Il Rassina si aggiudica il derby contro lo Stia (2-1)

Derby combattuto ed entusiasmante tra Rassina e Stia.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   10 ottobre 2016 10:24  |  Pubblicato in Sport, Calcio


Rassina e Stia si affrontano per la seconda volta nel giro di un mese.

L’aria è quella di un derby molto sentito tra due compagini che quest’anno sono state entrambe costruite per fare un campionato da vertice, la spunta il Rassina, ma senza dubbio bisogna fare i complimenti anche alla compagine alto-casentinese per il gioco profuso in campo. E’ stata veramente una gran bella partita lottata da entrambe le compagini fino all’ultimo minuto. Con questo risultato il Rassina si porta a 10 punti ed affianca la Fulgor Castelfranco in cima alla classifica. Veniamo ora al dettaglio della gara. Al 5’ lo Stia si porta pericolosamente nell’area di rigore del Rassina, Vannini aggancia la palla di mezza rovesciata, ma non centra lo specchio della porta. Al 26’ questa volta è il Rassina a rendersi pericoloso con Diouf, che con un passaggio afferra al volo la palla e la gira verso la porta difesa da Mencattini, ma la sfera va un soffio sopra la traversa. Al 31’ il Rassina passa in vantaggio, Morelli si porta pericolosamente verso la porta dello Stia, ma viene atterrato in area di rigore da un difensore, rigore ineccepibile, s’incarica del tiro dagli undici metri il bomber del Rassina Castri che spiazza Mencattini R., nulla da fare per l’estremo difensore dello Stia. Al 33’ lo Stia si rende pericoloso in area con Tizzano, che fa partire un gran bolide, ma spedisce la palla sopra la traversa. Al 38’ è lo Stia a portarsi in parità sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto splendidamente da Mengoni, nella corta ribattuta la palla va nei piedi di Vannini che sigla il gol del pari. Al 39’ è il Rassina a rendersi nuovamente pericoloso, Begaj serve Morelli che al volo non centra di poco lo specchio della porta. Al 46’ Rassina pericoloso nell’area avversaria, ma dopo un batti e ribatti la palla esce fuori. Si va negli spogliatoi sul risultato di parità con lo Stia che ha ribattuto ogni azione del Rassina, le due squadre hanno lottato veramente a denti stretti. Secondo tempo, il Rassina si rende subito pericolo e per poco non passa in vantaggio già al primo minuto di gioco, è Diouf a far partire un bel tiro a pochi passi dalla porta di Mencattini R., ma il palo dice di no all’attaccante biancoverde. Al 3’ nuovamente il Rassina a rendersi pericoloso tiro cross di Castri che però viene ben intercettato dall’estremo difensore Viola. Al 7’ è Patrascu, l’ex di turno a mettere la sfera fuori di un soffio. Al 10’ Begaj ha un contrasto con un difensore dello Stia, l’arbitro da due passi decreta la massima punizione per il Rassina, è nuovamente Castri a battere dagli undici metri e segnare per la seconda volta il vantaggio dei padroni di casa. A questo punto lo Stia mette fuori i denti e si porta disperatamente alla ricerca di riequilibrare il risultato, con più spunti si rende pericoloso nella porta difesa da De Marco, al 17’ con Vannini che mette però alto, al 27’ con Ghergut che finalizza un passaggio di Patrascu. Al 25’ si rende nuovamente pericoloso il Rassina con Castri che sfrutta un contropiede, ma arriva alla porta avversaria sbilanciato e mette fuori. Brivido finale per il Rassina con Ghergut che stampa la palla sul palo. Rassina in 10 uomini nel finale per l’espulsione di Morelli per fallo di reazione. Tutto sommato vittoria comunque meritata per il ragazzi di Mister Bartolini, che hanno avuto il pregio di crederci fino in fondo.

blog comments powered by Disqus