E' Sperotto "la talpa" di Capuano. Chiesta la risoluzione del contratto

E' Nicolò Sperotto è il responsabile della registrazione audio dello sfogo di Capuano. La notizia aveva iniziato a circolare nella tarda serata di domenica al termine di una giornata in cui l'Arezzo aveva proclamato il silenzio stampa. Una...

arezzo-aquila (17)

E' Nicolò Sperotto è il responsabile della registrazione audio dello sfogo di Capuano.

La notizia aveva iniziato a circolare nella tarda serata di domenica al termine di una giornata in cui l'Arezzo aveva proclamato il silenzio stampa. Una lunga giornata segnata anche dalle voci poi confermate che il responsabile era stato individuato ed era (purtroppo) un giocatore, uno dei 24 uomini di Ezio Capuano.

Il tecnico al termine della partita con la Carrarese aveva detto ai giornalisti che la squadra era riunita negli spogliatoi per un confronto dal quale sarebbe emerso il nome della "talpa", in caso contrario a pagare sarebbe stato il capitano Gambadori. L'Arezzo ha tutte le carte in regola per rivolgersi alla Giustizia Sportiva e chiedere la rescissione del contratto. E' ormai certo l'allontanamento immediato del giocatore classe 1992 arrivato in estate dal Carpi. Un finale a dir poco amaro per la carriera in amaranto di un giocatore che lo stesso Capuano andò a visionare in estate durante un'amichevole tra Carpi e Inter. Per Sperotto adesso il difficile ritorno alla casa madre Carpi che ha già dimostrato non molto tempo fa di non gradire comportamento sopra le righe da parte dei propri tesserati. Vedi ad esempio la storia di Alessio Sabbione che a causa di uno strip e di una rissa in discoteca ha salutato il club emiliano alla viglia del debutto nella massima Serie.

Il futuro di Nicolò Sperotto è tutto in salita almeno sul rettangolo verde. Aver registrato il proprio allenatore per far ridere magari qualche amico equivale ad aver profanato uno dei luoghi più sacri di una squadra e cioè lo spogliatoio. Chissà se qualche altro club avrà voglia di dare fiducia a questo promettente difensore classe 1992 quando riapriranno le trattative di mercato.

Cosa cambia per l'Arezzo? Per la società amaranto da qui a gennaio resta il blocco della lista con i 24 nomi presentata poche settimane fa. Ciò significa che fino alla riapertura del calciomercato Capuano avrà a disposizione 23 giocatori. Le uniche integrazioni potranno arrivare dalla Berretti, sperando ovviamente che da qui al 1° gennaio 2016 infortuni e "spilloni", come dice Capuano, non colpiscano la rosa dell'Arezzo.

La migliore risposta a tutti i mali adesso potrà arrivare solo dal campo. A Gambadori e compagni la sorte ha messo in programma un altro incontro casalingo tra sei giorni per provare a voltare pagina e iniziare così un nuovo cammino.

Articoli correlati:

“Non siete degni”. La sfuriata di Capuano impazza sul web VIDEO

Il difficile momento di Ezio Capuano tra ribalta mediatica e l’equilibrio dello spogliatoio

Twitter @MatteoMarzotti

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

  • I 5 errori da evitare quando si arreda casa

  • Come allontanare gli scarafaggi

I più letti della settimana

  • Moto "ibrida e fantasma" correva sui tornanti dello Spino: sequestrata. Forestali: "Mai viste tante modifiche"

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Auto ribaltata, feriti due ragazzi di venti anni. Uno più grave è alle Scotte

  • Ennesimo incidente. Scontro furgone moto, grave il giovane centauro

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento