CSIO San Marino Arezzo: in arrivo venti nazioni

Mancano Oceania, Africa e Antartide. Per il resto, l’Arezzo Equestrian Centre accoglierà 4 continenti: Asia, Nord America, Sud America e Europa. Lo CSIO di San Marino Arezzo (3/6 settembre) si prepara ad ospitare cavalieri e amazzoni provenienti...

arezzo-boccaccio-gara

Mancano Oceania, Africa e Antartide. Per il resto, l’Arezzo Equestrian Centre accoglierà 4 continenti: Asia, Nord America, Sud America e Europa. Lo CSIO di San Marino Arezzo (3/6 settembre) si prepara ad ospitare cavalieri e amazzoni provenienti da 20 paesi, per un totale di 99 atleti e 201 cavalli. Oltre agli azzurri, scenderanno in campo i rappresentanti individuali di: Belgio, Brasile, Canada, Colombia, Repubblica Ceca, Danimarca, El Salvador, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Irlanda, Olanda, Norvegia, Polonia, Slovenia, Svezia, Turchia e USA.

Cavalli e cavalieri di alto livello, tra i quali spicca il nome dell’irlandese Cian O’Connor, medaglia di bronzo individuale ai Giochi Olimpici di Londra (2012). Il suo curriculum vanta la partecipazione a due Campionati del Mondo (Jerez 2002 e Lexington 2010) e 8 Campionati d’Europa (Moorsele 1997, Lisbona 1998, Münchwilen 1999, Hartpury 2000, Donaueschingen 2003, Mannheim 2007, Windsor 2009, Aachen 2015). Nella sfida continentale del 2000 ha contribuito alla medaglia d’argento a squadre. Degno di nota è anche il giapponese Taino Sugitani, cavaliere che ha alle spalle 5 Olimpiadi (Atlanta 1996, Sydney 2000, Atene 2004, Pechino 2008, Londra 2012), 6 campionati del mondo (Den Hag 2004, Roma 1998, Jerez de la Frontera 2002, Aachen 2006, Lexington 2010, Caen 2014) e 2 finali di Coppa del Mondo (Las Vegas 200 e Las Vegas 2007). Sugitani ha conquistato il bronzo individuale e a squadre nel campionato continentale 2014 (a Incheon, Corea).

Presente all’appello, per il Brasile, Bernardo Alves, che conta due olimpiadi (Pechino 2008 e Atene 2004) e tre campionati del mondo (Jerez 2002, Aachen 2006, Lexington 2010, quest’ultimo concluso con un quarto posto a squadre). Alves è stato co-protagonista della medaglia d’oro a squadre ai Giochi Panamericani del 1999 a Winnipeg (Canada) e del 2007 a Rio de Janeiro (Brasile), nonché di una medaglia d’argento, sempre a squadre nel 2011, a Guadalajara (Messico), dove ha ottenuto anche il bronzo individuale.

Sempre per il Brasile, è in arrivo Marlon Modolo Zanotelli. Con lui, la squadra brasiliana ha ottenuto quest’anno la 4° posizione nei Giochi Panamericani di Toronto (Canada) e, precedentemente, un 5° posto nel Campionato del Mondo 2014 a Caen (Francia). Nel 2013 è stato co-protagonista della vittoria del Brasile in Coppa delle Nazioni alla prima edizione dello CSIO di San Marino Arezzo.

Tra i nomi stranieri, in evidenza anche quello di Carlos Lopez, cavaliere colombiano che vanta la partecipazione a 3 campionati del mondo (Jerez de la Frontiera 2002, Aachen 2006 e Aachen 2014), a 2 Giochi Panamericani (Caracas 1983 e Indianapolis 1987), nonché una medaglia di bronzo a squadre e un 4° posto individuale ai Continental Games 2006 (Bogotà, Colombia).

Dai cavalieri maturi, alla “primavera internazionale”, sul campo aretino ci sarà anche l’amazzone olandese Lisa Nooren che, appena diciottenne, può raccontare la partecipazione a 4 campionati d’Europa giovanili: si è laureata campionessa europea pony a Comporta nel 2011 e ha successivamente ottenuto l’argento individuale pony agli Europei giovanili di Fontainebleau (2012) e il bronzo junior individuale e a squadre a Vejer de la Frontera (2013). Ha poi fatto parte del team olandese young rider nel campionato europeo 2014 ad Arezzo). Anno in cui ha conquistato l’oro a squadre nelle Olimpiadi giovanili (YOG) di Nanchino (Cina).

E ancora, il danese Lars Bak Andersen (in campo agli Europei di Moorsele 1997, Lisbona 1998, Münchwilen 1999, Hartpury 2000 e Mannheim 2007) e i suoi compagni di bandiera Soren Pedersen (ha partecipato ai WEG di Caen 2014 e ai campionati europei di Hickstead 1999, Arnhem 2001, Herning 2013 e Aachen 2015), e Andreas Schou (in campo ai WEG di Caen 2014, conta anche gli Europei di Vilamoura 2004, Atene 2006, Auvers 2007, Windsor 2009, Madrid 2011, Herning 2013, Aachen 2015).

Da segnalare, il francese Philippe Leoni (ha preso parte a due finali di coppa del mondo, Las Vegas 2005 e Kuala Lumpur 2006), il tedesco Hans Dieter Dreher (in palmares la partecipazione a due finali di Coppa del mondo, Goteborg 2013 e Las Vegas 2015) e l’amazzone greca Danae Tsatsou (ha rappresentato il suo paese ai Giochi Olimpici di Atene 2004, e a 2 Europei, Gijon 2001 e San Patrignano 2005).

Ultimo, ma non meno degno di nota, il polacco Jaroslaw Skrzyczynski. Al suo seguito Crazy Quick, cavallo con cui ha vinto il Gran Premio di San Marino Arezzo 2014 e con il quale è sceso in campo ai Mondiali di Caen 2014 e agli Europei di Aachen 2015. Il suo palmares annota una partecipazione alla finale di Coppa del Mondo 2013 (Goteborg).

Furusiyya FEI Nations Cup™ Series- Europe Division 2: Ucraina e Finlandia in testa alla Leaderboard provvisoria. E’ la Francia ad aggiudicarsi la penultima tappa di Furusiyya FEI Nations Cup™ Jumping™ 2015 Europe Division 2 a Gijòn, in Spagna. Il team di Philippe Guerdat è stato l’unico a chiudere con 4 penalità totali, lasciando il secondo e terzo posto a Gran Bretagna (8 penalità) e Irlanda (8), mentre i padroni di casa si sono dovuti accontentare dell’ottava posizione, davanti a Canada e Stati Uniti.

Quello spagnolo è stato un appuntamento importante per il team ucraino, l’unico a caccia di punti per la finalissima di Barcellona che andrà in scena tra poco più di tre settimane. Per loro, un settimo posto, sufficiente a pareggiare i conti con la Finlandia, fino a quel momento in testa alla classifica provvisoria. La squadra guidata dallo chef d’Equipe Najib Chami, con la stessa quantità di punti, ora condivide con la Finlandia la vetta della leaderbord provvisoria della Furusiyya FEI Nations Cup™- Europe Division 2.

L’ultima tappa prima della finalissima sarà quella di Arezzo, dove Ucraina e Finlandia avranno Polonia, Repubblica Ceca e Danimarca con il fiato sul collo per tentare di raccogliere gli ultimi punti importanti in vista dell’appuntamento di Barcellona.

La classifica di 2 Divisione: 1 Ucraina - 335.0

2 Finlandia - 335.0

3 Portogallo - 280.0

4 Polonia - 250.0

5 Repubblica Ceca - 245.0

6 Danimarca - 240.0

7 Russia - 227.5

8 Turchia - 220.0

9 Norvegia - 210.0

10 Austria - 180.0

11 Ungheria - 165.0

12 Slovacchia - 147.5

13 Grecia - 75.0

14 Bulgaria - 35.0

Non solo CSIO. Ad Arezzo 800 cavalli.

A fare compagnia allo CSIO di San Marino Arezzo, un programma interna-zionale ricco di emozionanti sfide, con il CSI1*, il CSI2*, il CSI Veterani e la rassegna dei Foal (puledri di 6 mesi), segnata per venerdì 4 settembre, con relativa asta, fissata per sabato. In tutto, da visionare, una trentina di puledri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
L’Arezzo Equestrian Centre ospiterà in tutto 800 cavalli, riservando per il loro alloggio 5.000 presse di truciolo, 70 quintali di paglia e 70 quintali di fieno.

Saranno allestiti per i concorsi internazionali e per lo CSIO, tre campi gara, che impegneranno una ventina di ufficiali di gara, tra steward e membri della giuria, nonché 30 addetti (assistenti del direttore di campo, ring master, etc). Saranno montati in tutto 60 ostacoli, con un totale di 80 barriere che se messe in fila, supererebbero di gran lunga un chilometro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • "Se porti la mascherina ti guardano e ridono". Ilaria dall'Olanda racconta il Coronavirus: "Abbiamo avviato una raccolta fondi"

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento