Terranuova Traiana, i soldi delle multe alla Gruccia per combattere il Coronavirus

La 'cassa delle multe' devoluta all'ospedale

In un momento di estrema difficoltà per tutto il paese, anche il Terranuova Traiana, nel suo piccolo, ha cercato di dare il proprio contributo alle categorie che in questo momento stanno attuando un enorme sforzo per aiutare le persone in difficoltà a causa del proliferare del virus Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo motivo, tutta la rosa della prima squadra, unitamente allo staff tecnico biancorosso, ha deciso di devolvere la celeberrima cassa delle multe a favore della lotta contro il Coronavirus. Il club di piazza generale Felice Coralli ha provveduto attraverso il proprio consiglio direttivo a rimpinguare la somma raccolta e, d’intesa con il Sindaco di Terranuova Bracciolini Sergio Chienni, l'ha devoluta interamente al presidio ospedaliero Santa Maria alla Gruccia di Montevarchi, aderendo all’iniziativa promossa dalla Conferenza dei Sindaci e dal Calcit Valdarno, nella speranza di contribuire, almeno in parte, alla lotta al virus. Una battaglia che dobbiamo vincere tutti assieme, distanti ma uniti. Anche la società del presidente Mauro Vannelli è consapevole che agire unitariamente come comunità del Valdarno rende le nostre azioni più efficaci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

  • "Ho vinto il Coronavirus: resistete e non sottovalutatelo". La storia di Dario, aretino 38enne curato ad Abu Dhabi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento