Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Verso Siena-Arezzo, Di Donato: "Con le buone o con le cattive dobbiamo fare risultato"

Belloni potrebbe farcela in extremis, Borghini torna e andrà in panchina. Di Donato prepara una partita offensiva: "Non importa come, dobbiamo fare risultato"

 

"I derby non si giocano ma si vincono". Daniele Di Donato cita Rudi Garcia e mette in chiaro una aspetto: l'Arezzo a Siena scenderà in campo non per aspettare le mosse dei bianconeri e ripartire, ma solo per andare all'attacco dei tre punti.
All'appello mancheranno Gori, Burzigotti, Picchi (stiramento ne avrà per altre due settimane) oltre a Dell'Agnello (problema alla spalla).

"Borghini ha ripreso ad allenarsi con il gruppo, non è ancora al meglio ma domani verrà in panchina - spiega Di Donato - valuteremo anche Belloni che in settimana è rimasto a riposo in via precauzionaleOggi si sottoporrà ad una ecografia e decideremo cosa fare. Io ad ogni modo penso solo ai giocatori che ho a disposizione e penso a fare in modo che possano fare una grande gara. Con le buone o con le cattive dobbiamo portare a casa la partita".

La settimana del derby non è mai come le altre, figurarsi dopo il 4-0 che il Monza ha inflitto al Cavallino tra le mura del Comunale.

"E' stata una settimana importante. I ragazzi si sono allenati bene e nella partitella in famiglia non hanno certo lesinato contrasti e scontri. Sono cose che fanno bene e fanno capire che la squadra vuole riprendersi. Per quanto mi riguarda io devo sempre dare equilibrio e non generare ansie inutili. I ragazzi sanno quanto sia sentita questa partita. Ne sento parlare fin dal mio arrivo. La squadra si è allenata bene ed è pronta a dare battaglia".

Sarà ancora 3-5-2 a livello tattico per l'Arezzo anche se molto dipenderà da Belloni.

"Penso di proseguire su questa strada, ma a prescindere dai moduli io chiedo intensità e fame. Dobbiamo arrivare per primi su ogni pallone. Questa deve essere la partita della rinascita. Molto dipenderà da Belloni se potrà essere della partita o meno. Rolando e Piu esterni? Avremo un atteggiamento offensivo perchè non possiamo pensare di andare a Siena restando sulla difensiva. Meglio attaccare".

Occhio però al Siena imbottito di ex che in Coppa ha superato il Pontedera tornando al successo interno. Il successo in campionato tra le mura del Franchi manca da cinque mesi.

"Mercoledì ho visto la partita con il Pontedera - confessa Di Donato - è una squadra che ha incontrato alcune difficoltà in casa ma che fuori ha saputo ottenere risultati importanti utilizzando il 3-5-2".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento