Pro Patria-Arezzo 0-1, Javorcic: "Nel primo tempo meritavamo un risultato diverso"

L'analisi dell'ex amaranto oggi tecnico della Pro Patria

Ivan Javorcic [foto pagina Facebook Aurora Pro Patria]

Non fa drammi Ivan Javorcic per la sconfitta della sua Pro Patria contro l'Arezzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo fatto un buon primo tempo, ci siamo presentati in attacco in diverse occasioni - ha detto Javorcic ha VareseNews - abbiamo pagato alcune giocate lette male dei nostri avversari. Nel secondo tempo siamo stati poco lucidi e non siamo riusciti a fare il nostro gioco. Abbiamo dato tutto, non posso dire nulla ai ragazzi. Andiamo avanti a testa alta. Abbiamo speso tante energie. Nel primo tempo e dovevamo avere un risultato diverso. Poi l’ansia di rimettere in equilibrio il match ci ha condizionato. C’è stata poca continuità nel lavorare, poi è stata una partita che si è messa bene per l’Arezzo. Ci abbiamo provato con la qualità che abbiamo in questo momento. La nota positiva è l’esordio tra i professionisti di Ferri. Speriamo di recuperare qualcuno di importante, in determinati momenti ci è mancata un po’ di esperienza. Non so dire ad oggi chi potrà esserci a Lecco tra gli infortunati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Coronavirus: 2 decessi, 1 nuovo caso, 3 guarigioni. Il quadro toscano

  • Coronavirus, in Toscana 19 nuovi contagi in un giorno: 11 appartengono ad un unico cluster

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento