VIDEO | Pro Patria-Arezzo 0-1, Di Donato: "Gettato il cuore oltre l'ostacolo"

Il commento del mister amaranto

Il primo pensiero di Daniele Di Donato dopo la vittoria dell'Arezzo contro la Pro Patria è per i tifosi del Cavallino.

 "Vorrei ringraziare i nostri tifosi - spiega il tecnico - si sono sobbarcati oltre 600 chilometri per far sentire il loro incoraggiamento. Se a fine partita non ci siamo fermati sotto al settore non è per una mancanza. Siamo veramente stanchi, il motivo è solo questo. Siamo reduci da una settimana bella intensa e credo che le facce stremate dei miei ragazzi possono confermalo e farlo capire molto bene. Ai tifosi va il nostro ringraziamento per tutto quello che fanno ogni domenica e in ogni trasferta".

Di Donato poi analizza la vittoria dell'Arezzo.

"Oggi era dura perchè la Pro Patria è una squadra di categoria. Affrontavamo una formazione cinica e pratica. Abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo. Sapevamo di avere assenze importanti ma chi è sceso in campo ha disputato davvero una buona gara e a mio avviso il risultato è più che meritato. Se proprio vogliamo andare a cercare il pelo nell’uovo potevamo chiuderla prima. Abbiamo avuto alcune ripartenze interessanti che potevano essere sfruttate meglio. Oggi vanno fatti i complimenti a tutti i ragazzi. Siamo stati ordinati e aggressivi sui loro portatori di palla, con voglia ed entusiasmo. Due aspetti che hanno fatto la differenza. Il cambio di Caso? Era affaticato, ho preferito non rischiarlo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

  • "Ho vinto il Coronavirus: resistete e non sottovalutatelo". La storia di Dario, aretino 38enne curato ad Abu Dhabi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento