E' il giorno di Di Donato: alle 15 la presentazione. Modulo, mercato e progetti

Inizia l'era Di Donato. L'ex capitano torna in amaranto con la conferenza stampa di presentazione in calendario nel pomeriggio. In vista incontro Anselmi-La Cava per il vivaio

Da capitano ad allenatore, oggi il ritorno di Di Donato in amaranto

"Mi piace la fase difensiva di Sarri. Ho avuto grandi allenatori. Da Conte a Guidolin fino a Castori. Ho avuto il primo Sarri ad Arezzo, mi piace tantissimo. [...] Ma se non hai ragazzi che ti seguono diventa difficile”. Così Daniele Di Donato parlava poche settimane fa ai microfoni di Tuttomercatoweb, a poche ore dalla storica promozione dell'Arzignano in serie C.
Un rapporto che sembrava potesse proseguire ma poi quella chiamata da Arezzo, dalla società di cui era stato capitano, ha cambiato i piani. Troppo difficile dire di no al blasone e ad un progetto triennale che adesso continuerà con un ex amaranto in panchina, anzi due. Insieme a Di Donato ecco il ritorno di Carlo Tebi come suo secondo.
L'appuntamento è alle 15 allo stadio per la conferenza stampa. Non mancheranno i tifosi che cercheranno ovviamente di salutare il nuovo tecnico per far sentire tutto il proprio calore e l'affetto verso un giocatore che è sempre stato apprezzato in viale Gramsci. Ecco, la curiosità è anche legata all'aspetto più umano, alle sensazioni che il nuovo tecnico proverà nel varcare nuovamente quel cancello e quel manto erboso.

Gustinetti: "Daniele era già un allenatore in campo"

Difesa a quattro, progetti 

Guardando l'ultima stagione con l'Arzignano la domanda che non potrà mancare sarà quella sul modulo. Con i gialloazzurri ha impiegato il 4-4-2 virando all'occorrenza sul 4-3-3. Difesa a quattro (come Sarri) che quindi potrebbe essere alla base del progetto Arezzo. Di fatto una scelta che troverebbe già giocatori pronti perchè anche il suo predecessore impiegava la stessa linea. Certo, i movimenti cambiano in base alla mentalità, alla mediana e così via, ma Pelagatti, Luciani, Borghini e Baldan (prossimo all'arrivo in viale Gramsci) sono già pronti.
Certo è che poi sarà necessario capire cosa porterà in dote il mercato. L'Arezzo schiererà sicuramente un portiere under e almeno altri due elementi classe 1998 per puntare ovviamente al minutaggio. In attacco l'obiettivo è quello di trovare un nuovo Brunori inteso come bomber da doppia cifra, pronto per fare coppia in Cutolo o agire al centro del tridente.
Una rosa per proseguire il progetto triennale e provare così a consolidare l'ultima stagione, cercando sul mercato ragazzi pronti a seguirlo.


Baldan, Stemperini: "Giocatore apprezzato dall'Arezzo"

Arezzo al lavoro per sponsor e crowdfunding. Come cambiano le divise da gioco

Ma la giornata di oggi potrebbe essere significativa anche per quanto riguarda il settore giovanile. Massimo Anselmi nell'ultima assemblea dei soci ha avanzato l'ipotesi di un suo impegno in prima persona per occuparsi del vivaio. L'imprenditore aretino, socio al 20 per cento, sarebbe disponibile a compiere questo passo. Orgoglio Amaranto ha espresso a tal proposito il proprio parere positivo in tal senso. Oggi potrebbe esserci un incontro con Giorgio La Cava al riguardo. Anche perchè l'inizio della stagione per le giovanili si avvicina e oltre ai lavori a Le Caselle, dove sono già stati effettuati interventi, c'è da progettare il destino delle giovanili.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensionato trovato morto in un oliveto: dramma in Valdichiana

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Batterio New Delhi: un caso nell'Aretino. Il monitoraggio e la prevenzione in Toscana

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

  • "Carne francese venduta come argentina", mega multe dei Forestali a un banco di Street Food

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento