Pontedera-Arezzo 2-1, le pagelle. Caso a due facce, Luciani quello che sbaglia meno là dietro

Le pagelle della formazione di Daniele Di Donato dopo il ko di Pontedera

Le pagelle degli amaranto dopo Pontedera-Arezzo.

PISSARDO 5 - Tradito dal terreno di gioco tradisce a sua volta l'Arezzo rimediando un rosso indiscutibile, il secondo in 13 giornate. Incopevole sul gol.

LUCIANI 6,5 - Suo l'assit per Gori dopo una serie di traversoni mal calibrati. Corsa, impegno e alla fine lì dietro è quello sbaglia di meno.

BORGHINI 5 - Serena gli svetta davanti infilandosi tra lui e Corrado e nei minuti finali De Cenco si inventa l'acrobazione che vale il 2-1. Due sviste, due cali di concentrazione che pesano come macigni se a farli è il giocatore che a detta di molti è il titolare fisso di questa difesa.

BALDAN 5,5 - Sul retropassaggio che fa nascere il rosso di Pissardo ha poche colpe, anzi nessuna. Una domenica in affanno sulla verve e sulla fisicità di De Cenco.

CORRADO 5 - Perde Serena e non riesce almeno a sporcare quel cross. In fase offensiva si vede poco. L'Arezzo aspetta ancora di vedere all'opera il terzino scuola Inter che aveva fatto ben sperare in estate (dal 44' st PIU ng).

BELLONI 6 - Si presenta con un assist nel corridoio giusto per Caso. Tocca pochi palloni ma si fa notare anche in fase di copertura su Mannini. Esce sacrificato per far posto a Daga (dal 44' pt DAGA 6 - Il gol di De Cenco lo taglia fuori, per il resto controlla a dovere).

FOGLIA 5,5 - In affanno sia per il terreno di gioco che per un avversario che tra Barba, Caponi e Bernardini poi mette corsa, gemotria e raddoppio lì in mezzo soprattutto con l'Arezzo in inferiorità numerica.

TASSI 5,5 - La prova nel complesso non sarebbe negativa sul piano della corsa e dell'impegno ma all'Arezzo serve maggiore fosforo lì in mezzo. 

CASO 6 - Il voto è la media tra i dribbling riusciti, gli scatti, le progressioni palla al piede e le scelte non sempre azzeccate. Ecco allora un voto negativo per tutte quelle vlte che si incaponisce nel volerla riscolvere da solo. L'emblema, nel bene e nel male, di un Arezzo che punta se non tutto sicuramente molto sull'iniziativa dei singoli (dal 32' st ROLANDO ng).

CUTOLO 6,5 - Entra nel vivo del gioco in particolar modo quando l'Arezzo è in dieci adattandosi al ruolo di esterno destro. Un tiro pericoloso su punizione, diagnali palla al piede che metteono ansia ai granata. Chiude in riserva ma non molla.

GORI 7 - "El segna sempre lu" dicevano di Maurizio Ganz e l'equivalente in aretino si sposa con Gori. Due palloni giocati e il bilancio dice che uno è finito nel sacco, l'altro addosso al portiere del Pontedera con un possibile penalty. Non un gladiatore, ma sicuramente un attaccante con il fiuto per il gol. A conti fatti l'Arezzo spera possa continuare così (dal 32' st CHEDDIRA ng).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulle piste da sci. Imprenditore aretino perde la vita

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trasporto eccezionale perde lastre di cemento in curva. Chiuso lo svincolo al ponte dell'ex Lebole

  • Aereo dirottato. Pupo bloccato a New York: "Spero di arrivare in tempo per il GfVip"

  • Schianto auto moto, due 19enni feriti: uno soccorso con Pegaso

  • Ciclista travolto da un'auto. La conducente: "Non l'ho visto", scatta la denuncia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento