Spareggi amari per Pavanel e Cosmi. Pisa in B, Venezia in Lega Pro

Il Pisa si aggiudica la finale con la Triestina e torna tra i cadetti. Cosmi retrocede con il Venezia nel playout non senza polemiche contro la Salernitana

Serse Cosmi [foto tratta dalla pagina Fb di Cosmi]

E' stata una domenica amara per due allenatori che oltre al tifo dei propri sostenitori potevano contare anche su buona parte di quello aretino. La Triestina davanti a uno stadio quasi sold out con oltre 20mila spettatori cade per mano del Pisa. I nerazzurri passano 3-1 dopo il pari dell'andata. Moscardelli, tanto per citare un altro ex, a fine partita ha alzato la coppa che sancisce il ritorno in B del Pisa a discapito della Triestina di Massimo Pavanel. Una marcia incredibile quella della formazione costruita da Roberto Gemmi (altro ex) che tra campionato e spareggi ha perso l'ultima volta ad Arezzo lo scorso gennaio.

Cosmi: "Mi viene il vomito di questo calcio"

Cade anche il Venezia di Serse Cosmi. I lagunari ai rigori devono arrendersi alla Salernitana. Il Venezia ribalta all'Arechi il 2-1 dell'andata ma la lotteria dei rigori premia i padroni di casa del presidente Lotito. Uno spareggio non senza polemiche che è stato disputato dopo 25 giorni di stop, con giocatori già in vacanza richiamati per l'occasione, a causa delle vicende legate al caso Palermo.
I rosanero erano stati condannati all'ultimo posto, ma la condanna è stata tramutata in penalizzazione che ha concesso la salvezza e i playout, prima annullati, sono stati ristabiliti dalla Figc su parere del Coni coinvolgendo appunto Venezia e Salernitana.

A dir poco dure le parole di Serse Cosmi a fine partita: "Vorrei che qualcuno che mi spiegasse perché si sono giocati questi playout. La società farà quello che è giustoMi viene il vomito di questo calcio. C’è troppa gente che non perde mai e quelli che non perdono mai mi danno fastidioI giornalisti sono conniventi, ma non responsabili: non si schieravano, non esprimevano commentiSono nauseato, non dispiaciuto, queste non sono batoste sportiveNon riesco a vedere il pianto di venti ragazzi per queste due partiteIl Venezia meritava di salvarsiI playoff sono stati fatti in una certa maniera, i playout venticinque giorni dopo. Successivamente ho parlato con Lotito e c’è stata una normale visione di pareri
Penso sia ovvio discutere tra persone che lavorano nel calcio da diverso tempo, io un po’ più di lui”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Vanno a funghi e trovano un tesoro: 45 chili di porcini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento