Ferretti su Facebook: “Stipendi pagati senza bisogno dell’aiuto di nessuno”

Mauro Ferretti interrompe il digiuno da social network e torna su Facebook per parlare delle ultime vicende e forse togliersi qualche sassolino.

Matteo Marzotti
Matteo Marzotti
Invia per email  |  Stampa  |   17 luglio 2017 11:33  |  Pubblicato in Sport, Calcio

Articoli correlati



Mauro Ferretti è tornato su Facebook. Troppo forte il richiamo del social network scelto dal patron nell’ultima stagione per parlare con i tifosi, commentare risultati e molto altro ancora. Era dal 6 marzo scorso che Ferretti non comunicava attraverso la piattaforma di Mark Zuckerberg .

Dopo la conferenza stampa per parlare della mancata cessione del club ad Alessandro Nuccilli il presidente decise di uscire di scena da Facebook. A distanza di quattro mesi ecco che torna a navigare commentando un articolo di Arezzo Notizie.

Si tratta dell’intervista di Andrea Riccioli durante la quale il direttore generale parla dei pre abbonamenti di Orgoglio Amaranto.

In poche parole Ferretti non ha gradito essere informato dalla stampa, e non personalmente in maniera tempestiva, dell’iniziativa che Orgoglio Amaranto ha poi attivato. Al tempo stesso ribadisce come gli stipendi saldati siano stati “eseguiti senza aver beneficiato dell’aiuto di nessuno“. E per finire ecco i complimenti per aver risolto i problemi, portato avanti i lavori a Le Caselle e la fiducia rinnovata nei confronti di Roberto Cucciniello con l’invito a lavorare per il bene esclusivo dell’Arezzo.

Una piccola considerazione. Ben venga l’invito di Ferretti a lavorare all’unisono per il bene dell’Arezzo. E’ comprensibile il disappunto per aver appreso solo tramite i mass media dell’iniziativa di OA, ma in quanto a trasparenza (prima ancora che comunicazione) in passato anche la stessa società non ha brillato soprattutto in occasione di alcune patate bollenti. Facciamo così: 1-1 e palla al centro, con l’impegno una volta per tutte di voltare pagina.

Articoli correlati:
Arezzo, venerdì la prima amichevole. La rosa in ritiro a Chianciano

Twitter @MatteoMarzotti

blog comments powered by Disqus