Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Out Cutolo e Sereni, torna Luciani. Di Donato: “A Crotone con il 4-2-4”

Due giorni di viaggio all'andata, con annessa tappa a Paestum dove gli amaranto alloggeranno e svolgeranno la rifinitura per poi raggiungere Crotone

 

Questa trasferta è capitata in questo periodo dell'anno”. La prende con filosofia Daniele Di Donato pensando la viaggio che l'Arezzo dovrà compiere per raggiungere Crotone, sede del secondo turno di Coppa Italia. Partenza domani nel primo pomeriggio in direzione Salerno. Pernottamento a Paestum dove svolgeranno la rifinitura e poi di nuovo in viaggio verso Crotone. Il ritorno tra lunedì e martedì.

"Ci giochiamo comunque qualcosa di importante e sfide come queste hanno sempre il loro fascino contro avversari di categoria superiore – ha detto Di Donato – vogliamo fare bene. Contro la Turris avevamo l'obbligo di dover vincere, contro il Cortone vogliamo provare a raggiungere la Sampdoria nel terzo turno. Sarà difficile ma ci proveremo”.

Mancheranno all'appello Cutolo e Sereni, mentre Luciani e Mesina saranno nell'elenco dei convocati.

Cutolo accusa un problema fisico dalla partita con la Turris mentre Sereni è squalificato – ha precisato il tecnico – Mesina durante il ritiro ha avuto problemi muscolari che adesso sono risolti e andrà in panchina. Luciani invece penso proprio che giocherà perchè deve mettere minuti nelle gambe. Il 25 agosto è vicino”.

Spazio ad un turn over non solo negli uomini ma anche nel modulo.

Giocheremo con il 4-2-4 perchè secondo me è il miglior modo per affrontare una squadra come il Crotone che si schiera a cinque. Ci saranno dei cambiamenti perchè voglio far giocare tutti i ragazzi che ho a disposizione in maniera tale che possano essere nelle migliori condizioni per il primo turno di campionato. Contro la Turris qualcuno ha fatto fatica al 75', dobbiamo aumentare la condizione”.

Condizione fisica e gioco come, in attesa che il mercato possa completare la rosa.

Può tornare Benucci. Piu e Dell'Agnello vicini all'Arezzo

Per il mercato abbiamo la fortuna di avere un direttore preparato e che sa benissimo cosa fare per rinforzare questo gruppo. Riguardo alla squadra io vorrei sempre il massimo, ma sono consapevole che per adesso siamo ancora lenti di gamba e di testa dopo i primi carichi di lavoro”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento