Vandali alla stadio, ecco come sono entrati. L'amarezza del presidente

Sarebbero entrati dalla tribuna i vandali che hanno danneggiato la sede dell'Arezzo e il centro medico MedicAr

La porta che conduce alla segreteria

Emergono ulteriori dettagli del raid vandalico che questa notte si è abbattuto sul Comunale. Seconda una prima ricostruzione i ladri si sarebbero introdotti scavalcando la recinzione e salendo in tribuna da una delle due torri posti ai lati del settore coperto. Da qui sono passati dalla tribuna centrale e tramite le scale sono scesi all'interno dell'area che ospita la sala stampa e il centro medico MedicAr.

Hanno potuto così agire indisturbati, lontano da viale Gramsci, e scassinare la porta di accesso agli uffici del club amaranto. Nessun danno alle scrivanie o ai computer. I malintenzionati hanno messo sottosopra documenti, incartamenti, aprendo cassetti e ante dei mobili con l'intenzione di trovare forse l'incasso della gara playoff tra Arezzo-Novara. Una cifra davvero cospicua visto che sugli spalti erano presenti qualcosa come 5.000 spettatori. Il club aveva però già depositato la somma.

Non trovando nulla di interesse i vandali si sono introdotti negli spogliatoi e nell'infermeria. "Mi è stato detto che qui una volta c'era una cassaforte che oggi non viene più utilizzata - spiega il presidente La Cava - dispiace dover fare i conti con episodi come questo alla vigilia della sfida con la Viterbese e soprattutto dopo lo spettacolo che abbiamo visto con il NovaraCi attiveremo per fare la conta dei danni e sostituire ciò che è stato danneggiato".

Colpito anche il centro medico

I vandali prima di andare via hanno fatto visita al centro medico MedicAr che ha sede all'interno del Comunale. Hanno rotto il vetro della porta di ingresso e una volta dentro hanno messo sottosopra mobili e documenti senza portare via nulla. Anche in questo caso sono dovuti andarsene con un pugno di moche lasciando dietro di loro solo danni, rabbia e amarezza.

Indagano i carabinieri

L'Arezzo ha sporto denuncia ai carabinieri che proveranno a fare chiarezza sull'accaduto. Nell'area antistante lo stadio sono presenti delle telecamere ma non è detto che fossero attive. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Vanno a funghi e trovano un tesoro: 45 chili di porcini

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento