Benigni via dalle giovanili: "Dispiace sia accaduto così". La replica della società

Orgoglio amaranto esprime solidarietà allo storico dirigente che lascia dopo 32 anni.

Umberto Benigni

L’amarezza è pari alla sorpresa nei tifosi ma anche nei ragazzi e nei genitori dei baby amaranto. Umberto Benigni dopo 32 anni non è più un dirigente del vivaio amaranto.
Sapevo che prima o poi avrei smesso, ma così non lo avrei mai immaginato - racconta Benigni - entrai nell’Arezzo nel 1986. Dirigente accompagnatore delle giovanili, adetto all’arbitro della prima squadra, poi un nuovo incarico di accompagnatore. Sono rimasto sorpreso, non lo nascondo, da come il responsabile del vivaio (Longo, ndr) mi ha detto che c’era una mancanza di sintonia tra me e i ragazzi. Eppure ho sempre agito solo nell'interesse della società lavorando a titolo gratuito. Fa piacere aver ricevuto molti messaggi di stima e affetto anche dai ragazzi che in passato hanno giocato nel vivaio amaranto, da genitori e giocatori. Dispiace sia finita così, ma non smetterò mai di tifare Arezzo”.

Alle parole di Umberto Benigni fanno eco quelle di Orgoglio Amaranto, intervenuto con un comunicato stampa. “Il direttivo esprime a Umberto Benigni la massima solidarietà, riservandosi di analizzare a fondo la questione nelle sedi opportune, comprese alcune criticità riguardanti gestione e logistica del settore giovanile - scrive OA - al contempo il comitato ribadisce che ogni appello alla trasparenza e alla meritocrazia, specie se lanciato da persone che per l'Arezzo hanno speso tempo e passione, troverà in OA un alleato solido e convinto”.

Ma ecco anche la risposta dell’Arezzo. “Nessuna dimissione forzata da parte della società nei confronti del dirigente, ma una sua precisa scelta di rinunciare all’incarico da lui ricoperto nella formazione Berretti. Al signor Benigni era stato comunicato, data la sua lunga esperienza al seguito dell’Arezzo, di potersi interessare della formazione Under 17, al fine di rendere più efficace l’aspetto organizzativo di quest’ultima formazione. La decisione di rinunciare al mandato affidatogli è stato esclusivamente del signor Benigni”.

Potrebbe interessarti

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

  • Come pulire il pelo dei nostri amici a quattro zampe. I consigli

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • E' morta Nadia Toffa, l'abbraccio di Jovanotti: "Bastava un attimo per volerti bene"

  • Schianto tra due auto, feriti due ventenni

  • Trovato all'alba in piazza Sant'Agostino il 33enne scomparso

  • Ciclista investito all'alba, incidente in Valdichiana

  • Cade dalle scale di un locale, grave un 66enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento