Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Verso Arezzo-Pianese, Di Donato: "Partita ricca di incognite dopo la sosta". Ballottaggi e mercato

Il tecnico amaranto alla vigilia della ripresa. Al Comunale c’è Arezzo-Pianese (ore 17:30)

 

L’incognita della sosta, un avversario guidato da un allenatore bestia nera dell’Arezzo e l’obiettivo di sfruttare al meglio fattore. Ecco i temi caldi di Arezzo-Pianese che inaugura il 2020 del Cavallino e il girone di ritorno.

"Dobbiamo affrontare la Pianese pensando di avere davanti un avversario del calibro della Juventus o del Real Madrid - spiega Di Donato che vuole tenere alta la soglia di attenzione della rosa - è una formazione scorbutica, sa ciò che vuole e non dovremo sbagliare nulla. Vogliamo continuare la striscia positiva in casa. Sarà una sorta di verifica dopo una pausa lunga. Io personalmente avrei preferito giocare anche perchè venivamo da un buon momento. Ad ogni modo pensiamo ad una partita per volta, senza fare calcoli".

Assente Belloni per squalifica, oltre a Volpicelli, sulla destra toccherà a Piu o Rolando.

"Non ho ancora deciso, ma di fatto è questo l’unico dubbio. La nostra fortuna è di avere tutti i giocatori a disposizione e in ottima forma".

Il mese di gennaio tra Pianese, Juventus Under 23, Lecco e Pergolettese ha tra i suoi temi anche quello del mercato.

"Il nostro obiettivo è quello di sfoltire la rosa - sottolinea Di Donato - mi fido molto del direttore con il quale abbiamo già parlato del mercato. In entrata? Vedremo se sarà possibile effettuare alcuni innesti. Se poi dovessimo restare così sarei contento perchè la squadra è forte e ha dimostrato di essere in crescita".

E a proposito di crescita ci sono giocatori che secondo Di Donato possono dare ancora di più nel girone di ritorno.

"Tutta la squadra è cresciuta. Penso a Luciani, che ha saltato la preparazione ed ha impiegato più tempo degli altri per tornare su certi livelli. Cutolo sta vivendo una seconda giovinezza, ma anche Foglia e Pissardo sono cresciuti molto. I giovani? Sicuramente Caso e Gori possono dare ancora tanto nella seconda parte di stagione. Sono due giocatori che possono fare una carriera importante".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento