Arezzo-Olbia, le pagelle. Gori mai gol banali, finalmente il vero Tassi

Applausi a scena aperta per l'attaccante al quinto gol in amaranto e per Tassi autore di giocate belle quanto utili. Le pagelle

Le pagelle degli amaranto dopo la vittoria per 2-1 contro l'Olbia.

DAGA 6 - Prende il posto dello squalificato Pissardo con una prova convincente in cui stoppa applausi a scena aperta salvando sulla prima punizione di La Rosa, incolpevole sulla seconda. Nessun timore quando deve far ripartire l’azione. 

LUCIANI 6,5 - E’ tornato il terzino che andava in sovrapposizione. Una partita giocata all’attacco soprattutto nel primo tempo. Nessun problema nemmeno quando viene dirottato a sinistra.

BORGHINI 6 - Tiene alta l’attenzione e alla fine basta per tenere testa ad un avversario che lì davanti crea pochi problemi.

BALDAN 6,5 - Ogunseye è un cliente scomodo almeno sul piano fisico. Baldan ci mette il suo di fisico su ogni palla alta e andando costantemente a far sentire il fiato sul collo al nove dei sardi. Mezzo punto in più anche di incoraggiamento dopo le ultime prestazioni.

CORRADO 6 - L’Olbia crea poco e in attacco almeno per vie laterali non incide. Anche per lui una partita giocata con attenzione quando deve chiudere in diagonale, lasciando poi a Caso il compito di attaccare da quella parte (dal 12’ st CECCARELLI 6 - Controlla senza patemi contro una squadra che non incide se non su calcio piazzato).

BELLONI 6 - Meno appariscente di altre volte ma di certo il più concreto. Una prova ordinata al servizio della squadra che propizia anche il 2-0.

FOGLIA 6,5 - Corsa soprattutto e poi geometria. Ormai gli aggettivi sono sempre quelli per lo stakanovista della mediana che questa volta viene supportato anche da un compagnoni reparto che ne agevola il compito.

TASSI 6,5 - Una bordata da fuori che regala l’impressione del gol. Fraseggi in spazi stretti davanti alla propria area e una “veronica” che stupisce tutto il Comunale. Ecco il vero Tassi che si mette in mostra come regista al centro della manovra. Cala alla distanza, ma per lui e l’Arezzo è una prova che potrebbe essere una svolta.

CASO 6 - Un giocatore che fa tutto bene fino alla trequarti, che a volte si incaponisce nel voler portare palla e giocare da solo, magari egoista, ma che di fatto è quello che crea il maggior scompiglio. Suo l’assit per Gori.

CUTOLO 6,5 - Staziona tra trequarti e attacco arretrando nella ripresa quando l’Olbia abbozza una timida reazione. Il gol è da applausi per aver saputo sfruttare al meglio la palla vagante e aver scagliato con tutta la rabbia in corpo quel pallone dove Crosta non poteva arrivare (dal 41’ st ROLANDO ng).

GORI 7 - Mai gol banali per il classe 1999 che sale a quota cinque reti in maglia amaranto. Tutti gol mai banali per il centravanti che adesso volerà in Nazionale per la sfida del Torneo 8 Nazioni non senza amareggiare un Arezzo che è sempre più Gori-dipendente in zona gol. Arrivare in doppia cifra non è solo una previsione facilmente realizzabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto frontale: muore giovane aretina. Grave un 46enne

  • Tragedia di Ristradelle, Helenia e il suo grande amore per gli animali. Lavorava per Enpa: "Lascia un vuoto enorme, la sua dolcezza era unica"

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • Stelle Michelin Toscana 2020: Arezzo presente con un ristorante storico. E con un giovane chef

  • Allarme bomba: evacuate le Poste centrali. Ma nel pacco c'è del pane

  • Cinghiale distrugge 20mila euro di cocaina nascosta sotto terra

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento