Arezzo-Olbia, le pagelle. Gori mai gol banali, finalmente il vero Tassi

Applausi a scena aperta per l'attaccante al quinto gol in amaranto e per Tassi autore di giocate belle quanto utili. Le pagelle

Le pagelle degli amaranto dopo la vittoria per 2-1 contro l'Olbia.

DAGA 6 - Prende il posto dello squalificato Pissardo con una prova convincente in cui stoppa applausi a scena aperta salvando sulla prima punizione di La Rosa, incolpevole sulla seconda. Nessun timore quando deve far ripartire l’azione. 

LUCIANI 6,5 - E’ tornato il terzino che andava in sovrapposizione. Una partita giocata all’attacco soprattutto nel primo tempo. Nessun problema nemmeno quando viene dirottato a sinistra.

BORGHINI 6 - Tiene alta l’attenzione e alla fine basta per tenere testa ad un avversario che lì davanti crea pochi problemi.

BALDAN 6,5 - Ogunseye è un cliente scomodo almeno sul piano fisico. Baldan ci mette il suo di fisico su ogni palla alta e andando costantemente a far sentire il fiato sul collo al nove dei sardi. Mezzo punto in più anche di incoraggiamento dopo le ultime prestazioni.

CORRADO 6 - L’Olbia crea poco e in attacco almeno per vie laterali non incide. Anche per lui una partita giocata con attenzione quando deve chiudere in diagonale, lasciando poi a Caso il compito di attaccare da quella parte (dal 12’ st CECCARELLI 6 - Controlla senza patemi contro una squadra che non incide se non su calcio piazzato).

BELLONI 6 - Meno appariscente di altre volte ma di certo il più concreto. Una prova ordinata al servizio della squadra che propizia anche il 2-0.

FOGLIA 6,5 - Corsa soprattutto e poi geometria. Ormai gli aggettivi sono sempre quelli per lo stakanovista della mediana che questa volta viene supportato anche da un compagnoni reparto che ne agevola il compito.

TASSI 6,5 - Una bordata da fuori che regala l’impressione del gol. Fraseggi in spazi stretti davanti alla propria area e una “veronica” che stupisce tutto il Comunale. Ecco il vero Tassi che si mette in mostra come regista al centro della manovra. Cala alla distanza, ma per lui e l’Arezzo è una prova che potrebbe essere una svolta.

CASO 6 - Un giocatore che fa tutto bene fino alla trequarti, che a volte si incaponisce nel voler portare palla e giocare da solo, magari egoista, ma che di fatto è quello che crea il maggior scompiglio. Suo l’assit per Gori.

CUTOLO 6,5 - Staziona tra trequarti e attacco arretrando nella ripresa quando l’Olbia abbozza una timida reazione. Il gol è da applausi per aver saputo sfruttare al meglio la palla vagante e aver scagliato con tutta la rabbia in corpo quel pallone dove Crosta non poteva arrivare (dal 41’ st ROLANDO ng).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GORI 7 - Mai gol banali per il classe 1999 che sale a quota cinque reti in maglia amaranto. Tutti gol mai banali per il centravanti che adesso volerà in Nazionale per la sfida del Torneo 8 Nazioni non senza amareggiare un Arezzo che è sempre più Gori-dipendente in zona gol. Arrivare in doppia cifra non è solo una previsione facilmente realizzabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Boscaiolo 47enne muore schiacciato da un albero. E' un incidente sul lavoro

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento