Arezzo in ritiro, Bellucci: “Non vediamo l’ora di fare sul serio”

Il ritiro precampionato dell’Arezzo è ufficialmente iniziato. Poco dopo le 13,30 il pullman con a bordo la prima squadra ha lasciato il piazzale Lorentini per dirigersi a Chianciano. Nel pomeriggio la prima seduta di allenamento.

Matteo Marzotti
Matteo Marzotti
Invia per email  |  Stampa  |   16 luglio 2017 15:17  |  Pubblicato in Sport, Calcio


La stagione 2017/2018 in realtà era già iniziata giovedì scorso con i primi test e allenamenti all’interno del Comunale. Oggi, poco dopo le 13,30, la partenza per  il ritiro di Chianciano Terme dove l’Arezzo svolgerà nel pomeriggio la prima seduta di quelle in calendario fino all’esordio stagionale in Tim Cup.

Un orario forse un po’ inconsueto quello della partenza del pullman con a bordo Moscardelli, Cutolo e tutti i giocatori della prima squadra. Compresi anche i giovani attualmente in prova e aggregati al gruppo.

“La preparazione è già iniziata – ha sottolineato mister Bellucci – già da alcuni giorni abbiamo avuto modo di svolgere esercizi atletici e altri con il pallone. In ritiro avremo modo di lavorare con maggiore intensità, anche su qualche situazione che abbiamo già provato a creare in campo. Adesso dobbiamo conoscerci meglio anche se a mio avviso siamo già a buon punto, ho ottime sensazioni“.

Ieri è stato presentato Cutolo e l’idea del tandem con Moscardelli scalda già i cuori dei tifosi.

“Tutti i giocatori dell’Arezzo devono scaldare il cuore dei tifosi – ha precisato il tecnico – Cutolo e Moscardelli sono due giocatori forti per la categoria ma ci anche altri elementi che possono e devono fare la differenza mettendosi al servizio della squadra“.


Conferma il fatto che questa squadra appena partita per il ritiro è di fatto un cantiere aperto?

“In un certo senso sì soprattutto perché in ritiro dovrò incidere il mio lavoro sui ragazzi – ha spiegato Bellucci – lavoreremo più approfonditamente su varie situazioni. Chi verrà ad Arezzo dovrà venire convinto di poter dare una mano a tutto l’ambiente, soprattutto non dovranno mancare le motivazioni. Il mio compito sarà anche questo e a tal proposito manterrò alta l’attenzione”.

Già stabilito il programma di allenamento che l’Arezzo comunicherà a breve comprese anche le amichevoli. Il primo test potrebbe arrivare già venerdì prossimo. Una prova generale in vista della Tim Cup.

“Abbiamo già stabilito tutto – ha concluso il tecnico amaranto – adesso dobbiamo pensare a svolgere un gran lavorare serenamente. Aspettiamo di conoscere il nome del primo avversario in Tim Cup perché non vediamo l’ora di fare sul serio“.

La prima squadra soggiornerà all’hotel Miralaghi e farà il suo rientro in città a fine mese, in tempo per il primo turno di Tim Cup. Martedì potrebbe già arrivare il sorteggio che delineerà il tabellone con gli accoppiamenti.

Twitter @MatteoMarzotti

blog comments powered by Disqus