Accordo con Green Grass, Matteoni: “un segnale per il futuro”. Nessun incontro con Nuccilli

Prosegue la collaborazione tra il Cavallino e Green Grass per la manutenzione dei campi. Matteoni: “Un segnale anche in vista del 16”.

Matteo Marzotti
Matteo Marzotti
Invia per email  |  Stampa  |   13 febbraio 2018 17:30  |  Pubblicato in Sport, Calcio


E’ un Matteoni fermo e deciso, ma anche amareggiato per le indiscrezioni emerse negli ultimi giorni, quello che risponde all’altro capo del telefono. “Hai letto il comunicato sul sito dell’Arezzo? – domanda Matteoni – parlo dell’accordo con Green Grass. Da oggi riparte la collaborazione“.

L’azienda aretina tornerà ad occuparsi della manutenzione dei campi affidati all’Unione Sportiva Arezzo. L’incontro tra le parti c’è stato questa mattina a Roma.

Marco Matteoni

Matteoni ha ricevuto Maurizio Serboli, titolare della Green Grass, per trovare appunto un accordo.

“E’ un mattone per il futuro – aggiunge Matteoni – credo sia anche un segnale in vista della scadenza di venerdì. Vi avevo chiesto tempo. Avevo ed ho bisogno di mettere il naso ovunque, conoscere e capire certe situazioni. Appena possibile cerco di risolvere le varie problematiche ed esigenze. Credo di averlo dimostrato, anche nel recente passato”.

L’accordo raggiunto non è però l’unico segnale che Matteoni lancia.

“Un discorso per il futuro dell’Arezzo esiste, ma è solo con imprenditori del nord e nessun altro – prosegue il patron – non ci sono altre piste o trattative all’orizzonte”.

Arriva quindi un altro no alla domanda su un suo incontro con Alessandro Nuccilli da parte del presidente Matteoni. Tra l’altro lo stesso Nuccilli nega di aver incontrato il numero uno amaranto nelle scorse ore.

Twitter @MatteoMarzotti

blog comments powered by Disqus