Apoteosi amaranto alla stadio. Una città intera in festa al grido di "grazie ragazzi"

Che la festa abbia inizio. Pavanel ha chiesto nei prossimi giorni di fissare luogo e orario per il mega festone salvezza. Intanto i festeggiamenti sono iniziati al grido di "grazie ragazzi". I leoni amaranto hanno esultato e fatto esultare il...

Arezzo_ritorno_Carrara2018

Che la festa abbia inizio. Pavanel ha chiesto nei prossimi giorni di fissare luogo e orario per il mega festone salvezza. Intanto i festeggiamenti sono iniziati al grido di "grazie ragazzi". I leoni amaranto hanno esultato e fatto esultare il settore ospiti dello Stadio dei Marmi al gol di Cellini al triplice fischio come si è soliti fare al termine di una finale.

Abbracci, lacrime, magliette e pantaloncini lanciati per lasciare il ricordo non di una giornata ma di una stagione storica. Il tripudio amaranto iniziato a Carrara è poi proseguito lungo l'autostrada. "Ci vediamo allo stadio" era l'invito sottinteso e raccolto da tutti.

Dai tifosi che non hanno mai smesso di crederci, dai nuovi proprietari Giorgio La Cava e Massimo Anselmi senza dimenticare Orgoglio Amaranto. E poi il sindaco Ghinelli insieme al consigliere comunale Paolo Bertini, oltre a Giovanni Grazzini presidente dell'ordine dei commercialisti. Tutti rigorosamente con la felpa Arezzo, tutti con qualcosa di amaranto addosso.

Poi la festa all'arrivo dei pullman dei tifosi. Il tripudio come una festa promozione quando è arrivata la squadra. Impossibile per il pullman proseguire fino al cancello dello stadio. La squadra è così scesa quasi all'inizio di Viale Gramsci. Abbracci, selfie e soprattutto tanti ringraziamenti agli uomini di Massimo Pavanel che ha driblato la calca. Un insieme di emozioni che i giocatori, chi insieme a mogli, fidanzate e figli, ha voluto vivere con il proprio pubblico. Da De Feudis a Lulli, da Foglia a Luciani, da Cutolo a Moscardelli. Allo stadio non c'erano solo i tifosi dei gruppi organizzati ma anche famiglie, bambini, alcuni anche nei passeggini. Una festa che più popolare di così non si poteva immaginare. Sarà una notte che colorerà Arezzo di amaranto per le vie del centro. Clacson, fumogeni e un abbraccio tra squadra e tifosi per una festa che durerà ancora a lungo. Articoli correlati:

Impresa amaranto a Carrara: l’Arezzo soffre e resiste. Cellini segna il gol salvezza (0-1)

Le interviste a Pavanel e Moscardelli a fine partita VIDEO

La classifica del girone A

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Twitter @MatteoMarzotti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Ambulante scopre e tenta di fermare un ladro: aggredito a pugni in faccia. Malvivente arrestato

  • Coronavirus in due famiglie dell'Aretino, ordinanza di Rossi: "Trasferimenti negli alberghi sanitari o multe"

  • Coronavirus, famiglia contagiata a Piandiscò e altri casi toscani: verso una nuova ordinanza di Rossi

  • Coronavirus, in Toscana 19 nuovi contagi in un giorno: 11 appartengono ad un unico cluster

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento