Ct Arezzo e Junior Tennis insieme per far crescre le nuove promesse aretine

Storico accordo tra i due circoli per la gestione unitaria di tutta la parte didattica dell’insegnamento del gioco del tennis, partendo dalla S.A.T. fino ai massimi livelli dell’agonistica

Un accordo importante che rappresenta una vera e propria novità nel panorama del tennis provinciale: è quello siglato tra il Circolo Tennis Arezzo e lo Junior Tennis Club Arezzo per la gestione in maniera unitaria di tutta la parte didattica dell’insegnamento del gioco del tennis, partendo dalla S.A.T. fino ai massimi livelli dell’agonistica. 

Luca Morelli, presidente del CT e Lorenzo Salvini presidente e socio di maggioranza dell’AR.TE, proprietaria di tutta l’area sportiva dello Junior, sono riusciti a dar vita ad un progetto di grandissime potenzialità. 

Grazie ad uno staff tecnico con pochi eguali in Italia, composto da oltre 15 professionisti tra maestri di massimo grado, preparatori atletici, nutrizionisti e mental coach, con in più le eccellenze di Daniele Bracciali e Stefano Baraldo, la neonata scuola, con 10 campi a disposizione in 3 diverse superficie, sarà in grado di offrire ogni servizio a tutti gli atleti di qualsiasi livello che saranno interessati a misurare il loro tennis. 

"Per me - spiega Luca Morelli - sarà una grande opportunità sia per gli addetti ai lavori, i quali avranno a disposizione una struttura di qualità e di notevole dimensione per presentarsi, al cospetto degli allievi e dei loro genitori, in una situazione ottimale e dimostrare tutto il loro valore, sia per i ragazzi i quali, potranno a loro volta confrontarsi con tanti e altri bravi atleti con i quali condividere le molte ore di allenamento programmato. 
Per tutto questo, continua Morelli, devo ovviamente ringraziare Lorenzo, per aver sposato e condiviso in pieno tutto il progetto". 

Il Circolo Tennis Arezzo e lo Junior Tennis Club, oltre a rappresentare la storicità del tennis aretino, sono da sempre in ottimi rapporti, sia per la vicinanza, sia soprattutto per il nome della persona che in entrambi ha posto la prima pietra, Ivo Misesti
È dalla sua passione e volontà di fare tennis che tutto ha avuto origine. 
Arezzo poi, è diventata la città più importante per il tennis italiano: 3 davismen Daniele Bracciali, Federico Luzzi e Luca Vanni, ciascuno con posizioni  di ranking ATP di valore assoluto, 49º Daniele tra i primi 100 al mondo Federico e Luca; non sono tante le città che possono vantare questo merito.

"Il progetto Circolo Tennis e Junior Tennis, deve basare i propri presupposti sulla tradizione tennistica che da sempre accompagna la nostra città, e da un’idea che il mai dimenticato maestro Carlo Pini aveva già espresso dall’alto della sua bravura e professionalità. 
Sarà sufficiente tenere bene a mente che i primi colpi da insegnare sono quelli della passione e dell’entusiasmo. 
E il buon esempio lo dovranno dare i nostri tecnici. 
Imparati questi, allora sì che i nostri giovani giocatori potranno ambire a diventare dei campioni".

Per informazioni chiamare 335/309916 oppure 328 9685914

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Vanno a funghi e trovano un tesoro: 45 chili di porcini

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento