Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Alessandro Fei nella storia del volley italiano: è il miglior bomber di sempre

Domenica scorsa il punto storico contro il Monza.

 

Un punto che ha regalato una valanga di emozioni. Alessandro Fei, aretino pallavolista che oggi milita nella Gas Sales Piacenza, nella scorsa giornata di campionato è entrato nella storia della pallavolo, meritandosi il titolo di miglior bomber di sempre in Italia. Perché? E' presto detto, nel match contro il Monza (vinto per 3-2) ha segnato il suo punto numero 9689 nel massimo campionato: ha superato Hristo Zlatanov (attualmente suo dirigente) ed è diventato il giocatore con il maggior numero di punti mai segnato. 

Un grande traguardo per il 40enne la cui carriera sembra infinita. Per lui tutto il pubblico del PalaBanca di Piacenza si è alzato in piedi, i supporter hanno sollevato un eloquente striscione con su scritto: "Un traguardo superato è l’inizio di una nuova sfida: 9689 volte Fox”, i compagni di squadra lo hanno abbracciato e gli arbitri di gioco si sono complimentati. 

Un omaggio dovuto per il grande campione che ha iniziato la sua avventura da protagonista nella massima serie nel lontano 1995 - a Padova -, dopo aver militato nelle giovanili a Foiano della Chiana, e che vanta vittorie ed esperienze incredibili.  Da allora trascorse tre anni in Veneto, poi ha vestito le casacche del Macerata e dell'indimenticabile Sisley Treviso. Qui in undici stagioni ha conquistato  4 scudetti, 4 Coppe Italia e 4 Supercoppe italiane. Poi  Piacenza, di nuovo Macerata (diventata prima Treia e quindi Civitanova), Latina e nelle ultime stagioni di nuovo Piacenza.  Nella sua carriera ha conquistato ben tre medaglie olimpiche (due bronzi e un argento), un oro mondiale Mondiale, dei due Europei e dei due successi in World League. 

L'intervista ad Alessandro Fei

"A Hristo lo avevo detto - ha dichiarato Fei in una intervista a Sport Piacenza - devi tenermi qui perché voglio battere il tuo record e tu devi essere presente. A parte gli scherzi devo ringraziarlo perché ha creduto un’altra volta in me e poi sono in debito anche con la società che mi ha confermato per questa stagione e mi ha permesso di tagliare un traguardo importantissimo".

Alle spalle di Fei, nella classifica dei bomber, oltre a Zlatanov, anche Lorenzo Bernardi,  Andrea Giani, Samuele Papi, Luca Cantagalli e Andrea Zorzi. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento