2 giugno 1946, nasce la Repubblica. Così lo scrutinio in provincia di Arezzo: ecco dove vinse la monarchia

Tra i comuni più repubblicani Cavriglia con l'87,1 per cento in favore dell'Italia Turrita, seguita da Badia Tedalda (82,9%), Sansepolcro e Stia, quindi Pieve Santo Stefano, Foiano e Pergine Valdarno

Anna Iberti, nel celebre scatto passato alla storia

Il 2 e 3 giugno 1946 si svolse in tutta Italia il referendum per decidere se mantenere come forma di governo la monarchia o se passare alla repubblica. Un referendum che era stato indetto alla fine del secondo conflitto mondiale e che permise per la prima volta nella storia anche alle donne italiane di poter votare. Alle urne si presentò quasi il 90 per cento degli aventi diritto.

La repubblica ebbe la meglio con il 54,3 per cento dei voti, ovvero 12.182.855 preferenze contro quelle della monarchia pari a 10.362.709. Risultato scontato? Non proprio, o almeno non in tutte le regioni d'Italia. Basti pensare ad esempio che al Sud la monarchia superò la repubblica, ma anche in alcune zone del Piemonte lo stemma sabaudo superò l'Italia turrita. Come in ogni elezione che si rispetti ci furono proteste e voci di presunti brogli, soprattutto nel Meridione. Ma come votò Arezzo nel giugno del '46? Mario Gabelli è l'autore del documento che ripercorre l'esito delle consultazioni elettorali dal 1946 al 1948 in Toscana.

Referundum 2 giugno - I risultati in provincia di Arezzo

Vinse la Repubblica, ma non ovunque e non sempre con una maggioranza netta. A Castiglion Fiorentino ad esempio la monarchia prevalse il 52,3 per cento contro il 47,7 della repubblica. In altri comuni la differenza fu minima o comunque la battaglia fu accesa, come a Castiglion Fibocchi, Pratovecchio e Sestino, dove il numero di schede nulle o bianche rappresentarono un bacino decisamente ampio.

Tra i comuni più repubblicani Cavriglia con l'87,1 per cento in favore dell'Italia turrita, seguita da Badia Tedalda (82,9%), Sansepolcro e Stia, quindi Pieve Santo Stefano, Foiano e Pergine Valdarno. Nel capoluogo la repubblica guadagnò il 64,4 per cento di consensi contro il 35,6% della monarchia. Da segnalare però anche l'8 per cento circa di voti nulli e il 7 per cento di schede bianche.
Risultati_referendum_2_giugno_1946_Arezzo-2

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Arezzo, già 12 casi di Legionella. La Asl: "Ecco come si può contrarre e come prevenirla"

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Ambulante sventa un furto e l'azienda lo assume. Iboyi tra i dipendenti di Obi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento