Due santi e un quartiere: la storia del nome e del simbolo di Porta Sant'Andrea

Chi era il santo che ha dato il nome al quartiere e la storia del simbolo

Un quartiere che unisce nel proprio nome due santi. E' il caso Porta Sant'Andrea che deve il proprio nome ad un santo aretino vissuto nel IV secolo. Si tratta di Andrea Guasconi che, secondo quando riportano le agiografie, venne ucciso insieme alla propria famiglia durante le persecuzioni ordinate dall'imperatore romano Giuliano. La chiesa aretina celebra e ricorda Sant'Andrea Guasconi ogni 18 agosto, una festa che un tempo era sentita maggioramente mentre oggi è scomparsa anche se nella prima domenica successiva a quella data vengno celebrate funzioni liturgiche a cui partecipano anche  i quartieristi biancoverdi.

Il santo aretino ha dato il nome al quartiere di Porta Trento Trieste, ma in realtà sui vestiti e sui vessilli di Porta Sant'Andrea compare il simbolo di un altro santo. La 'X' che contraddistingue i biancoverdi è una decusse, il simbolo di Sant'Andrea Apostolo che venne martirizzato tramite la crocifissione a Patrasso nel 60 d.C.
L'aspostolo chiese espressamente, secondo la tradizione, di essere crocefisso su una decusse per non osare eguagliare il martirio di Gesù. Da allora la 'X' è il simbolo di Sant'Andrea Apostolo e adottato anche dal quartiere della Giostra del Saracino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'unico simbolo che rimanda invece ad Andrea Guasconi al momento dell'ingresso in piazza dei figuranti di Porta Sant'Andrea è il vessillo con l'immagine del santo recante la palma del martirio.Porta_Sant_Andrea_Guasconi_vessillo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • Scanzi supera il milione di fan. Più 250mila in 7 giorni, nessuno come lui in Italia

  • Mascherine obbligatorie fuori dall'abitazione. L'annuncio di Rossi: "Ne distribuiremo subito 10 milioni"

  • Coronavirus, obbligo di mascherine dove necessario mantenere una distanza di 1,8 metri

  • Drastico calo dei contagi: un solo caso in provincia di Arezzo

  • Le attività aperte e quelle che effettuano consegne a domicilio. Segnala ad Arezzo Notizie il tuo negozio

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento