Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il sindaco ha trovato la sua America. Nozze in vista per Ghinelli: "Inviteremo tutta Arezzo"

Il primo cittadino convolerà in ottobre a giuste nozze con Marjorie Layden, imprenditrice e filantropa statunitense ormai aretina di adozione

 

Una data precisa ancora non c'è anche se l'unione sarà celebrata all'interno della cattedrale dei santi Pietro e Donato.
Sarà questa la location dove il sindaco e la sua dolce metà, Marjorie Layden cittadina statunitense ormai trasferitasi ad Arezzo, si uniranno in matrimonio.

"Ci sposeremo quasi sicuramente ad ottobre - spiegano il sindaco Alessandro Ghinelli e la futura sposa Marjorie Layden - non sappiamo ancora con esattezza il giorno perché ci sono alcuni aspetti da definire ma sicuramente lo faremo ad Arezzo".

Sarà un autunno all'insegna del romanticismo quello che attende la città che, come anticipano i due futuri sposi, sarà chiamata a partecipare alla loro gioia. "Sicuramente - sostiene miss Layden - faremo un evento a cui sarà invitata tutta la città".

Il primo cittadino non ha fatto mistero del suo desiderio di pronunciare il fatidico sì proprio in duomo e per poi condividere il ricevimento in forma privata con familiari e testimoni. "Una cosa intima, riservata", ben diversa dalla cerimonia che invece sarà aperta a tutti coloro che "avranno piacere di partecipare".

Tra le voci di corridoio che si sono rincorse in queste ultime settimane si è fatta strada quella del possibile matrimonio il 12 ottobre prossimo, data che coincide con l'anniversario della scoperta dell'America (12 ottobre 1492).
 

"Ci sono molti aspetti da definire - hanno spiegato i due - desideriamo festeggiare con la città anche se, non è semplice incastrare gli impegni".


Miss Marjorie Layden ha conosciuto nel dicembre del 2018 il sindaco durante un concerto della Fondazione Guido d'Arezzo presso il teatro Petrarca. Attualmente è presidente della Wel Foundation for ethics and leadership. Fondatrice della Layden Fine Arts coltiva il suo interesse per l’arte e le antichità asiatiche.
Durante i giorni del Raro Festival è stata proprio lei ad acquistare biglietti che poi ha regalato a giovani sotto i 25 anni in modo da farli partecipare all’opera lirica Le Cantatrici Villane.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento