Ultima partita del 2016 per l’Arezzo contro la Carrarese

Dopo aver superato il giro di boa del girone di andata ed avere espugnato con autorità il campo del Como nella prima di ritorno, la truppa di Sottili si appresta a incontrare la Carrarese al Città di Arezzo, provando a chiudere l’anno con il botto. La Carrarese, compagine dalle alterne fortune, naviga a un passo […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   29 dicembre 2016 15:19  |  Pubblicato in Rubriche, Interventi d'autore, Punto G.


Arezzo_tifo_Como

Dopo aver superato il giro di boa del girone di andata ed avere espugnato con autorità il campo del Como nella prima di ritorno, la truppa di Sottili si appresta a incontrare la Carrarese al Città di Arezzo, provando a chiudere l’anno con il botto.

La Carrarese, compagine dalle alterne fortune, naviga a un passo dalla zona Play Out ed è reduce da una batosta casalinga che, c’è da scommetterci, le darà quella grinta e voglia di riscatto che l’Arezzo dovrà domare.

Intanto sono già circolate le prime voci di mercato e ci dicono che qualche pezzo pregiato della banda amaranto ben difficilmente rimarrà da queste parti. Seguire le mosse delle compravendite sarà il modo per comprendere bene le potenzialità e gli obiettivi della società amaranto.

Tornando però alla partita contro la Carrarese va detto che pur rientrando in pieno a disposizione di Sottili sia Yamga che Moscardelli, i due con ogni probabilità partiranno dalla panchina. Questo anche per non modificare i meccanismi e i felici equilibri raggiunti a Como. Naturalmente se la partita non dovesse mettersi bene Yamga e il Mosca sarebbero comunque due armi importanti a disposizione del Mister amaranto.

Con ogni probabilità sarà Erpen a sostituire lo squalificato Grossi dietro l’unica punta Polidori, il resto dell’undici che scenderà in campo alle 16,30 di un 30 dicembre freddissimo, non si discosterà da quello di Como.

Sarà quindi 4-3-3 (o per chi lo preferisce 4-3-2-1) con Benassi in porta; Luciani, Muscat, Solini e Sabatino in difesa; Corradi, De Feudis e Foglia a centrocampo; Bearzotti ed Erpen dietro Polidori in attacco.

Forza Arezzo!

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »