Sottili novità all’Arezzo calcio

C’è qualcosa di nuovo nell’Arezzo che si sta costruendo per la prossima stagione. Pare quasi che il presidente Ferretti abbia deciso di rompere gli indugi e costruire una società all’altezza della piazza. Si sprecano infatti incarichi che vanno a disegnare un’organizzazione da vero club professionistico (Direttore sportivo, responsabile della comunicazione, osservatore capo, responsabile delle risorse […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   31 maggio 2016 3:30  |  Pubblicato in Rubriche, Spigolando, Scacciapensieri


Ferretti_Mauro2016

C’è qualcosa di nuovo nell’Arezzo che si sta costruendo per la prossima stagione. Pare quasi che il presidente Ferretti abbia deciso di rompere gli indugi e costruire una società all’altezza della piazza. Si sprecano infatti incarichi che vanno a disegnare un’organizzazione da vero club professionistico (Direttore sportivo, responsabile della comunicazione, osservatore capo, responsabile delle risorse umane e così via) e l’Arezzo ha preso in gestione lo stadio cittadino (non ancora formalmente, ma quasi).

Da ultimo è arrivato anche un allenatore di categoria  (Stefano Sottili) che ha già mostrato in più piazze di saperci fare, senza salire all’onore delle cronache per via di esternazioni poco ortodosse.

Ora manca un settore giovanile completo, anche se pure in questo campo si è provveduto a porre le basi per costituirlo, e sopratutto la prima squadra, a oggi praticamente inesistente.

Siamo certi che DS e allenatore stiano già lavorando alla costruzione di un organico competitivo. Chissà che non sia la volta buona…

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »