Scanzi e la campagna elettorale del Fatto Quotidiano

E’ l’unico quotidiano di livello nazionale a fare una vera e propria campagna elettorale fuori dalle proprie pagine. Il quotidiano diretto da Marco Travaglio è ormai un organo di partito (in questo caso dei 5stelle) e produce uno spettacolo teatrale che girerà lo stivale da nord a sud e si intitola “Renzusconi”, esattamente come il […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   8 gennaio 2018 9:01  |  Pubblicato in Rubriche, Interventi d'autore, Punto G.




E’ l’unico quotidiano di livello nazionale a fare una vera e propria campagna elettorale fuori dalle proprie pagine.

Il quotidiano diretto da Marco Travaglio è ormai un organo di partito (in questo caso dei 5stelle) e produce uno spettacolo teatrale che girerà lo stivale da nord a sud e si intitola “Renzusconi”, esattamente come il libro dell’aretino Andrea Scanzi, che ne sarà l’interprete/narratore.

Niente di male e le ragioni del titolo non sono poche, ma è giusto che si sappia che si tratta di una rappresentazione a uso elettorale, anche perché val la pena di notare che sarà nei teatri dal 9 gennaio al 4 marzo, quando le elezioni lo renderanno inutile.

E’ un po’ triste come operazione, ma la lotta dei grillini per riuscire a governare l’Italia non va certo per il sottile. Dopo aver rinnegato quasi tutti i principi dell’epoca della sua fondazione (ricordate? Un uomo un voto, nessuna alleanza coi partiti a nessuna condizione, votazioni online per determinare i candidati…), il movimento ora si dà anche al teatro.

Vedremo quali saranno gli esiti.

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »