Per non dimenticare

La foto che pubblico oggi ritrae due dei pupazzi che furono posti nel centro di Visso dopo il terremoto del 24 agosto scorso. Nell’intenzione di chi li ha realizzati dovevano essere degli spaventaterremoto che purtroppo hanno assistito inermi alle terribili scosse del 26 e 30 ottobre 2016. Sette mesi dopo l’ultima scossa devastante (tantissime altre […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   7 giugno 2017 8:24  |  Pubblicato in Rubriche, Spigolando, La foto del giorno




La foto che pubblico oggi ritrae due dei pupazzi che furono posti nel centro di Visso dopo il terremoto del 24 agosto scorso. Nell’intenzione di chi li ha realizzati dovevano essere degli spaventaterremoto che purtroppo hanno assistito inermi alle terribili scosse del 26 e 30 ottobre 2016.

Sette mesi dopo l’ultima scossa devastante (tantissime altre minori ne sarebbero seguite) quei fantocci sono ancora lì, tristemente al loro posto.

Chi non è al proprio posto è la popolazione delle aree terremotate. In particolare proprio nelle zone di Visso e Ussita, ma anche di Castelsantangelo sul Nera, per esempio. Non siamo ancora nemmeno vicini alla realizzazione dei villaggi di casette in legno necessarie a ridare vita ai luoghi.

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »