Operazioni immobiliari ad Arezzo – la paralisi annunciata

Era da poco iniziata la crisi dell’occidente quando la società proprietaria dell’immobile decise di dare il via al cantiere di ristrutturazione dell’ex palazzo della Camera di Commercio, in via Giotto ad Arezzo. Al momento mi dovandavo dove sarebbe andato a parare il lavoro di recupero; oggi mi par di capire che si sia trattato di […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   12 giugno 2018 20:35  |  Pubblicato in Rubriche, Interventi d'autore, Punto G.




Era da poco iniziata la crisi dell’occidente quando la società proprietaria dell’immobile decise di dare il via al cantiere di ristrutturazione dell’ex palazzo della Camera di Commercio, in via Giotto ad Arezzo.

Al momento mi dovandavo dove sarebbe andato a parare il lavoro di recupero; oggi mi par di capire che si sia trattato di salvare il guscio e i solai, ma di svuotare il resto per farne spazi per alloggi e/o uffici.

Difficile piazzare immobili durante la crisi, ma ancor di più lo è se si pensa di realizzare alloggi completamente aperti verso l’esterno ad Arezzo. Vetri, solo vetri, massima visibilità dell’interno… non siamo in un grattacielo di New York, ma a piani vicini al terreno…

E che dire del fatto che anche gli uffici non se la passano bene nelle vesti di investimenti immobiliari? ce ne sono così tanti liberi che ben difficilmente sarà facile venderne di nuovi.

Insomma, a oggi, dopo quasi dieci anni dall’avvio del progetto, lo scatolone è sostanzialmente vuoto. Speriamo che non rimanga troppo a lungo così.

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »