Mengo come Arezzo Wave?

Il Mengo è alla XIV edizione e pian piano si afferma sempre di più; tanto che dalla periferia ha raggiunto il parco del Prato. L’amministrazione comunale l’ha individuato come la manifestazione estiva per i giovani aretini (e non). Pian piano si avvicina sempre di più alla nuova versione di Arezzo Wave (non c’è niente di […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   12 luglio 2018 0:54  |  Pubblicato in Rubriche, Interventi d'autore, Punto G.




Il Mengo è alla XIV edizione e pian piano si afferma sempre di più; tanto che dalla periferia ha raggiunto il parco del Prato. L’amministrazione comunale l’ha individuato come la manifestazione estiva per i giovani aretini (e non). Pian piano si avvicina sempre di più alla nuova versione di Arezzo Wave (non c’è niente di male). I banchi del mercatino durante le giornate del festival sono ormai più di quelli della ex manifestazione organizzata da Valenti e soci; il palco, più piccolo, deve ancora crescere, ma vanta già misure importanti. Gli steward sono svariate decine e le manifestazioni collaterali sono già in essere all’Arena Eden. Gli sponsor di livello internazionale (RED BULL su tutti) si affacciano dalle parti del Prato.

La musica? Quella è conosciuta e apprezzata dai giovanissimi sotto i venticinque anni e non c’è ancora l’apertura al pop delle ultime edizioni aretine di Arezzo Wave; al Mengo abita l’indie; segno buono, il festival giovanile si regge ancora sulle proprie gambe e non ha bisogno di troppi compromessi per proseguire il suo cammino.

La quattordicesima edizione è appena cominciata e i nostri giovani sono già in fermento. Non resta che augurare a Paco Mengozzi e ai suoi una crescita costante e una serie di edizioni infinita. Forza Mengo!

ptr

 

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »