L’Arezzo venerdì contro la Carrarese, poi la pausa e…

Venerdì 30 alle 16,30, gli amaranto se la vedranno al Città di Arezzo contro la Carrarese per la seconda giornata di ritorno. Si tratta di una partita importante dove i tre punti saranno determinanti per rimanere sulla scia di Livorno e Cremonese, e potersi così giocare il secondo posto in campionato nelle restanti diciassette partite, […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   27 dicembre 2016 7:46  |  Pubblicato in Rubriche, Interventi d'autore, Punto G.




Venerdì 30 alle 16,30, gli amaranto se la vedranno al Città di Arezzo contro la Carrarese per la seconda giornata di ritorno. Si tratta di una partita importante dove i tre punti saranno determinanti per rimanere sulla scia di Livorno e Cremonese, e potersi così giocare il secondo posto in campionato nelle restanti diciassette partite, a cominciare da quella di Siena del 22 gennaio, dopo la lunga sosta/mercato.

Restare in scia oggi, sfruttando il mercato di gennaio per rinforzare la squadra, è una delle opzioni che la società amaranto ha di fronte. Arrivare secondi in campionato fa la differenza nell’affrontare i Play Off (vedi regolamento di seguito), inquanto permette di saltare la prima fase degli spareggi (che quest’anno coinvolgono ben ventotto squadre!) a partita secca. Le seconde classificate dei tre gironi accedono infatti direttamente alla seconda fase, quella a 16 squadre, nella quale gli scontri si giocheranno con andata e ritorno.

Anche la terza classificata di ogni girone gode di un vantaggio non secondario, che è quello di affrontare in casa, al primo turno, la decima classificata del proprio girone; ma in questo caso si tratta comunque di una partita secca che tra l’altro accorcia i tempi utili per la preparazione ai Play Off.

Ecco che fare tre punti venerdì 30 contro la Carrarese diventa importante per poter mantenere aperte le porte per il secondo posto e, in subordine, per il terzo.

per fortuna Sottili avrà a disposizione sia Moscardelli (reduce da due giornate di squalifica) che Yamga, ormai rimessosi completamente dall’infortunio muscolare (era già in panchina a Como); forse i suoi due uomini migliori.

Ed ecco di seguito il regolamento ufficiale dei Play Off di Lega Pro.

PLAY OFF LEGA PRO stagione 2016/2017

PRIMA FASE

Alla Prima Fase accedono le 24 squadre classificate dal terzo al decimo posto di ciascun girone. Essa si svolgerà attraverso la disputa di una gara unica ospitata dalla squadra meglio classificata al termine della regular season secondo i seguenti accoppiamenti:

a) la squadra terza classificata affronterà la squadra decima classificata del medesimo girone;
b) la squadra quarta classificata affronterà la squadra nona classificata del medesimo girone;
c) la squadra quinta classificata affronterà la squadra ottava classificata del medesimo girone;
d) la squadra sesta classificata affronterà la squadra settima classificata del medesimo girone;
In caso di parità di punteggio al termine del tempo regolamentare, acquisirà l’accesso alla Seconda Fase la squadra meglio classificata al termine della stagione regolare.

SECONDA FASE.
Alla Seconda Fase partecipano 16 squadre così identificate:
a) le 3 squadre SECONDE CLASSIFICATE di ogni girone al termine della regular season;
b) le 12 squadre che risultano VINCENTI GLI INCONTRI DELLA PRIMA FASE;
c) la squadra VINCITRICE DELLA COPPA ITALIA DI LEGA PRO. Tale squadra accederà alla seconda fase purché non si verifichi per la stessa alcuna delle seguenti condizioni:
(1) piazzamento al primo posto nel girone di competenza (vincitrice di campionato);
(2) piazzamento all’ultimo posto nel girone di competenza (retrocessa in categoria inferiore);
(3) piazzamento in posizione che comporta accesso ai play-out.

In caso di ricorrenza di tali ipotesi, sarà designata l’altra squadra finalista e nell’ulteriore ricorrenza per quest’ultima di una delle condizioni preclusive di cui sopra, l’accesso alla Seconda Fase sarà consentito alla squadra terza classificata nei vari gironi che avrà ottenuto il maggior numero di punti (in caso di parità si prenderà in considerazione il maggior numero di vittorie, il maggior numero di reti segnate e, in ultimo, la minor media età tra i calciatori impiegati). In tale caso, ai fini della individuazione delle otto squadre della prima fase, si prenderanno in considerazione le squadre classificate dal quarto all’undicesimo posto nel girone in cui ha militato la terza classificata che beneficia dell’accesso diretto. Analogamente si procederà nella ipotesi in cui la vincente la Coppa Italia o la perdente la finale di Coppa Italia (se la vincente è preclusa), abbiano acquisito alla fine delle regular season il diritto alla partecipazione ai play off della Prima
Fase.
Così definita nelle partecipanti, la Seconda Fase si svolgerà – con gare di andata e ritorno la cui successione sarà stabilita da apposito sorteggio – secondo i seguenti accoppiamenti:

Schema riassuntivo Seconda Fase
cod. squadra cod. squadra
Gara 1 A 2° classificata girone A vs O vincente 5° – 8° girone C
Gara 2 B 2° classificata girone B vs P vincente 6° – 7° girone A
Gara 3 C 2° classificata girone C vs Q vincente 6° – 7° girone B
Gara 4 D vincitrice Coppa Italia vs R vincente 6° – 7° girone C
Gara 5 E vincente 3° – 10° girone A vs L vincente 4° – 9° girone C
Gara 6 F vincente 3° – 10° girone B vs M vincente 5° – 8° girone A
Gara 7 G vincente 3° – 10° girone C vs N vincente 5° – 8° girone B
Gara 8 H vincente 4° – 9° girone A vs I vincente 4° – 9° girone B
A conclusione delle due gare, risulterà vincitrice la squadra che avrà ottenuto il miglior punteggio. In caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità, saranno disputati due tempi supplementari di 15’ ciascuno e, perdurando tale situazione, saranno eseguiti i calci di rigore.

FASE DI FINAL EIGHT.
Alla fase cosiddetta “FINAL EIGHT” partecipano le 8 squadre vincenti gli incontri della Seconda Fase di cui al precedente punto 4, inserite in un tabellone ed accoppiate mediante sorteggio. Il tabellone prevederà anche le semifinali e la finale. Il tutto sarà così articolato:
a) I confronti valevoli quali “QUARTI DI FINALE” saranno disputati in gare di andata e ritorno, agli esiti delle quali risulteranno vincitrici le squadre che avranno ottenuto il miglior punteggio. In caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità, saranno disputati due tempi supplementari di 15’ ciascuno e, perdurando tale situazione, saranno eseguiti i calci di rigore.
b) I confronti valevoli quali “SEMIFINALI” saranno disputati in gara unica ed in campo individuato dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati due tempi supplementari di 15’ e, perdurando tale situazione, saranno eseguiti i calci di rigore.
c) La “FINALE” sarà disputata in gara unica ed in campo individuato dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati due tempi supplementari di 15’ e, perdurando tale situazione, saranno eseguiti i calci di rigore.

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »