L’Arezzo ha un presidente ambizioso e irrefrenabile

Ho pensato molto a quale potesse essere l’aggettivo più adatto per descrivere il nuovo presidente dell’US Arezzo e alla fine ho scelto irrefrenabile. Questa è l’immagine che ha dato di sé durante un vulcanico passaggio in sala stampa nel post partita di Arezzo – Prato. Matteoni ha gigioneggiato mostrandosi molto sicuro e sfrontato, senza peli […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   4 dicembre 2017 3:14  |  Pubblicato in Rubriche, Spigolando, Accade oggi




Ho pensato molto a quale potesse essere l’aggettivo più adatto per descrivere il nuovo presidente dell’US Arezzo e alla fine ho scelto irrefrenabile. Questa è l’immagine che ha dato di sé durante un vulcanico passaggio in sala stampa nel post partita di Arezzo – Prato.

Matteoni ha gigioneggiato mostrandosi molto sicuro e sfrontato, senza peli sulla lingua. Scartando il grano dal loglio, quindi evitando di commentare i suoi giudizi sul sindaco di Roma, le sue battute sulle donne, le dichiarazioni sulla sua collocazione politica e sull’inadeguatezza della federazione, mi limiterò a citare due o tre passaggi importanti del suo intervento a ruota libera, durante il quale il presidente pareva divertirsi molto.

Ha detto che a gennaio la società rinforzerà la squadra per puntare ai Play Off e che il suo programma per (i primi?) cinque anni è quello di portare l’Arezzo a grandi traguardi (la serie A?).

Matteoni conta di riempire le tribune nel giro di un paio di mesi, ma ha anche fatto sapere di aver detto al Sindaco che lo stadio è vecchio e va rifatto (speriamo che non conti su contributi pubblici…).

Il suo vate nel calcio è il nuovo DG Zavaglia e il presidente ne seguirà i suggerimenti.

La nuova guida della società amaranto ha anche detto di aver visto una squadra timorosa che ha bisogno di maggior fiducia in se stessa (avrà letto le cronache e i commenti degli ultimi mesi?) ed è parso avere idee precise anche in ambito tecnico tattico.

Insomma, ad Arezzo abbiamo un presidente ambizioso, esuberante e apparentemente assai sicuro di sé.

Di certo con lui non ci annoieremo.

Speriamo in bene…

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »