La questione del cognome di Amedeo di Savoia

Dopo lunga diatriba il tribunale d’appello di Firenze ha stabilito che Amedeo di Savoia potrà utilizzare il cognome Savoia Aosta in quanto Aosta altro non è che un predicato. Insomma, così come i vari Beppe di Lucignano o Santi di Le Poggiola, Ghigo della Faggeta o Gino d’Antria, Amedeo da oggi potrà firmarsi (ma volendo […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   20 gennaio 2018 15:53  |  Pubblicato in Rubriche, Spigolando, Scacciapensieri




Dopo lunga diatriba il tribunale d’appello di Firenze ha stabilito che Amedeo di Savoia potrà utilizzare il cognome Savoia Aosta in quanto Aosta altro non è che un predicato. Insomma, così come i vari Beppe di Lucignano o Santi di Le Poggiola, Ghigo della Faggeta o Gino d’Antria, Amedeo da oggi potrà firmarsi (ma volendo anche no) Amedeo di Savoia Aosta…

Si dice che di mezzo ci siano questioni di eredità, quindi è possibile che il Duca (ma i titoli nobiliari in Italia non esistono più) Amedeo di Savoia Aosta potrà vendere altri beni e sperperare altro denaro.

Ma a noi che ce ne frega?

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »