Incapacità aretine – La terrazza del teatro Petrarca…

Nel maggio del 2015 fu presentata alla città insieme al teatro ristrutturato, ma da allora la splendida terrazza che fiancheggia lo storico stabile non è più stata calpestata. Eppure si tratta di una location perfetta per feste, presentazione di libri, cene estive e concerti all’aperto. Una cosa che Arezzo non ha altrove (se si eccettua […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   3 luglio 2016 20:02  |  Pubblicato in Rubriche, Spigolando, Accade oggi


teatro_petrarca

Nel maggio del 2015 fu presentata alla città insieme al teatro ristrutturato, ma da allora la splendida terrazza che fiancheggia lo storico stabile non è più stata calpestata. Eppure si tratta di una location perfetta per feste, presentazione di libri, cene estive e concerti all’aperto. Una cosa che Arezzo non ha altrove (se si eccettua il piccolo giardino pensile della Provincia, appunto spesso troppo piccolo) se non nelle piazze. Si tratta di un luogo accessibile sia dal foyer/bar del Petrarca, che dalla scala di piazza del Popolo. Può comodamente ospitare centinaia di persone sedute, divise in tavoli o a mo’ di teatro, in un ambiente facilmente adattabile a esclusivo o popolare a seconda delle esigenze. Mancano solo i lampioncini dell’illuminazione (non le tubazioni dell’energia elettrica che li attendono da tempo) e poi tutto sarebbe pronto. Ma nessuno pensa di utilizzarla, quella terrazza, nemmeno un’amministrazione comunale che potrebbe affidarne la gestione a qualche operatore locale, magari attraverso un bando che prevedesse un compenso al comune per ogni evento organizzato.

Chi non l’avesse ancora vista o apprezzata osservi il brevissimo video che segue

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine; è coordinatore della comunicazione per l'associazione Amici della Musica di Arezzo.
Altre dall'autore »