Vigili in via Filzi, Demos: "Scelta illogica e contraria all'interesse pubblico"

Una lettera di Demos, Osservatorio cattolici democratici

Quindi ci siamo, i vigili vanno in via Fabio Filzi, motivo principale, secondo le dichiarazioni dell’amministrazione comunale, l’esigenza di tornare a Saione per tutelarne meglio la sicurezza. Intenzione lodevole ma che poteva benissimo essere perseguita, nello stesso quartiere, da via Tagliamento, dove il Comune possiede immobili di adeguata superficie e con ampi spazi interni.

Sarebbe stata una scelta vantaggiosa per le casse comunali perché i locali, sicuramente più facili da riconvertire e modulare, disponevano anche di grandi spazi per l’accesso e la sosta per i cittadini che ogni giorno devono fare visita al Comando.

La preferenza per via Filzi dipenderebbe anche dalla vicinanza  del Pionta, luogo di spaccio e di pericolose frequentazioni ma, anche sotto questo non invidiabile aspetto, via Tagliamento presentava una pari utilità sociale perché prossimo a luoghi noti alle cronache come le adiacenze della ferrovia o il sottopasso di via Trasimeno. Da ricordare inoltre che gli attuali uffici comunali di via Tagliamento sono, ovviamente, aperti solo nelle ore di ufficio e che la strada è poco frequentata ed illuminata.

A suo tempo gli stessi vigili si erano espressi a favore di via Tagliamento, strada larga, a doppio senso di marcia e con traffico circostante scorrevole mentre via Fabio Filzi è stretta e compressa tra strade di alta intensità di circolazione. C’è da temere che la tutela della sicurezza ne venga compromessa perché le pattuglie devono uscire rapidamente per intervenire con immediatezza mentre, purtroppo, il traffico lento e talvolta immobilizzato in via Vittorio Veneto o via Masaccio ostacolerà questo dichiarato obbiettivo primario.

Dunque scelta giusta di andare a Saione, quartiere con cui Demos ha iniziato il suo viaggio di osservazione nelle comunità aretine, ma sbagliata per il luogo, considerata l’alternativa che sarebbe stata migliore dal punto di vista operativo ed economico. 

Per Demos rimane il perché di questa scelta illogica e contraria all’interesse pubblico. Non vorremmo che la risposta arrivasse tra qualche anno dopo la chiusura degli uffici di via Tagliamento e la destinazione dell’area ad edilizia privata, magari con un nuovo trasferimento dei vigili in locali in affitto.

Potrebbe interessarti

  • Acqua e detersivo non bastano, come pulire la lavastoviglie

  • Formiche, i rimedi naturali e non per allontanarle

  • Zanzare, il Comune di Arezzo disinfesta: le precauzioni

  • Punti nascita: la neonatologia di Arezzo al top

I più letti della settimana

  • Trovato morto in un dirupo senza vestiti

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Si ribaltano con l'auto: incidente lungo le strade dell'Aretino. Giovane incastrata tra le lamiere

  • Giostra, Porta del Foro torna a ruggire: dopo 12 anni porta a casa la lancia

  • È Giostra, alle 21,15 la decisione. Sopralluogo del quartieri sulla lizza - LIVE

  • Cene propiziatorie, la grande festa. Zuffa a Sant'Andrea. Guerra agli alcolici: locali sanzionati - LE FOTO

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento