Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ruscelli proclamato segretario provinciale del Pd. Orlando: "Al lavoro per riconquistare Arezzo"

Su 1088 votanti a Ruscelli, candidato unico, sono andati 1057 voti

 

La fase congressuale del Pd provinciale si è chiusa questa sera. La nuova Assemblea ha proclamato Francesco Ruscelli segretario. Su 1088 votanti, al candidato unico ne sono andati 1057. Un momento importante dunque per il Pd provinciale che punta già ad una svolta.

 “La nostra attività entra adesso nel vivo – annuncia Ruscelli -. L’ultimo periodo non è stato facile ma adesso intendiamo imprimere una svolta. Abbiamo di fronte due appuntamenti elettorali di eccezionale rilievo: la Regione Toscana e il Comune di Arezzo. Ma abbiamo, soprattutto, la volontà e la determinazione, di rendere il Pd di nuovo protagonista della scena politica locale”.

Speranze e determinazione condivise dal vice segretario nazionale Andrea Orlando, che ha preso parte all'assemblea. “Se faremo un buon lavoro, Arezzo potrà tornare al centro sinistra”, dice.

“Certo è un momento molto delicato. Un'intesa a livello locale con il Movimento 5 Stelle? Certo che è possibile. Una volta che è avvenuto a livello nazionale si può fare anche nel territorio”.

Una sala gremita questa sera per quello che è stato un momento di incontro per il popolo del Pd. Un partito che, in un periodo complesso, guarda avanti e cerca una svolta. Ad Arezzo, ma non solo. A breve nella vicina Umbria si voterà per le regionali: difficile pronosticare quanto l'esito di quella tornata elettorale potrà influenzare l'Aretino. Mentre si prepara la corsa verso le prossime elezioni delle amministrative (ad Arezzo) e delle regionali in Toscana.

"Vorremmo riportare la persona al centro dell'azione politica – spiega Ruscelli -. In una logica di collaborazione con il sistema sociale ed economico di questo territorio e con una visione che, contrastando le logiche del centro destra, può spostare l'attenzione verso la persona. Rendendo quindi prioritari i temi del lavoro, del welfare, della salute e dell’ambiente, dei giovani e delle donne e della qualità della vita delle persone. Per far questo abbiamo bisogno di una nuova organizzazione e di una nuova leadership politica: questo sarà il senso del lavoro che inizieremo a partire da oggi”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento