Piani mobilità e di marketing territoriali, Bardelli: "Sviluppo di Arezzo, avanti così"

Approvati dal consiglio comunale il Piano mobilità e il Piano di marketing territoriale, Bardelli: “Passi costanti e coerenti per lo sviluppo moderno e sostenibile di Arezzo”.

Approvati dal consiglio comunale il Piano mobilità e il Piano di marketing territoriale, Bardelli: “Passi costanti e coerenti per lo sviluppo moderno e sostenibile di Arezzo”.

“Nell’ultima seduta del Consiglio Comunale - spiega Roberto Bardelli, consigliere del gruppo misto che sostiene la maggioranza - sono stati  approvati due strumenti fondamentali per il futuro di Arezzo, il Piano della mobilità e il Piano di marketing territoriale. Entrambi saranno dei fari che indicheranno la strada da intraprendere, che porteranno dei cambiamenti strutturali per il territorio e la strategia politica della città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Piano della mobilità fotografa la situazione attuale in tutto il territorio comunale e propone degli interventi da mettere in pratica nei prossimi dieci anni per incrementare la funzionalità del traffico veicolare, cerca e offre soluzioni nuove e moderne per rendere Arezzo una città più vivibile, più ecologica e a misura d’uomo. È dal 2003 che non veniva definito un progetto così ambizioso e il nostro è il secondo comune in Toscana ad averlo definitivamente approvato.
Il Piano di marketing territoriale è invece uno strumento che la giunta Ghinelli ha inserito nell’agenda politica per elaborare e implementare uno sviluppo del territorio innovativo e sostenibile, oltre che per consolidare il vantaggio già esistente nel tessuto cittadino in alcuni settori economici, come per esempio quello manifatturiero, dei servizi e (specialmente nell’ultimo periodo) turistico-culturale, cercando di valorizzare e attrarre nuove risorse finanziarie, lavorative e produttive. In un mondo che si sta sempre più globalizzando, la competitività e la ricerca di nuovi orizzonti saranno fondamentali per fare di Arezzo una città al passo con i tempi, moderna e funzionale. Anche dai banchi dell’opposizione ci sono state parole di apprezzamento per questi due fondamentali progetti e la cosa ci ha fatto piacere. Si continua quindi per la strada tracciata ad inizio legislatura: passi costanti e coerenti per lo sviluppo di Arezzo e del suo territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento