Per Anghiari il 2020 sarà l'anno dei cantieri. Tutti i progetti e gli investimenti

Bonus bebè, misure per il commercio e telecamere per una maggiore sicurezza. "Ma restano alcune criticità su cui lavorare"

Sono tante le novità che il comune della Valtiberina ha messo in cantiere per l'anno nuovo.

"I conti del Comune sono in netto miglioramento rispetto a quelli ereditati - ricorda il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri - la città sta consolidando i risultati positivi dell’anno passato e si appresta ad affrontare obiettivi strategici di lungo respiro: dopo quella dell’urbanistica, è arrivata la rivoluzione del turismo di vallata, turismo inteso come prodotto. Restano elementi di preoccupazione su cui lavorare ma guardiamo avanti con positività e stiamo valutando di assumere personale, per quanto possibile, al fine di consentire alla macchina comunale di poter lavorare con maggiore serenità".

Ecco quindi la richiesta del capogruppo Alessandro Neri, per una maggiore autonomia e una migliore programmazione fiscale ai Comuni da parte del Governo, che sia local tax o federalismo solidale.

"Le regole sulle entrate degli enti locali vengono cambiate di continuo, così non possiamo andare avanti. Abbiamo bisogno di certezza sulle risorse. Nessun Comune oggi può prescindere da un ragionamento del genere, chiediamo solo  di poter gestire le 'nostre' tasse con risorse certe nel tempo. Anche in questo bilancio non andremo a intaccare i servizi essenziali ma la contrazione della spesa e le economie non potranno durare a lungo, la sfida dei prossimi anni è chiara perché le risorse calano e le esigenze aumentano".

Guardando alle misure contenute nel bilancio del comune di Anghiari v’è anzitutto la conferma del bonus bebè per il primo anno di vita.

"Si tratta di una misura volta a favorire la famiglia, il nucleo fondamentale su cui si basa la nostra società - ha spiegato Polcri - la misura dell'assegno sarà di 500 euro una tantum. Abbiamo poi disposto un fondo per favorire la nuova imprenditorialità e il commercio all'interno del centro commerciale naturale e confermato anche per il 2020 le risorse per l'efficientamento energetico".

La volontà dell'amministrazione è quella di mettere annualmente a budget di risorse da investire per la sostituzione dei vecchi corpi illuminanti  in favore di impianti con  tecnologia Led ad alta efficienza energetica. Il capogruppo Neri tiene ad informare che anche per il 2020 saranno confermate risorse per la manutenzione di strade comunali e strade vicinali da rendicontare in lavori di bitumature e per la fornitura di pietrisco.

"Se ciò non bastasse abbiamo bloccato le tariffe sui servizi per tutto il 2020 - ha precisato Neri – e per fare fronte al problema della sicurezza, abbiamo messo a bilancio importanti risorse per co-finanziare un progetto di implementazione che prevede  l'installazione di una seconda postazione di “varco elettronico” per il controllo degli accessi e il rilevamento dei flussi veicolari e alcune telecamere di “contesto” nei punti sensibili del centro storico". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Guardando agli investimenti già realizzati e a quelli che invece prenderanno il via nel 2020, oltre 190 mila euro sono stati destinati alla realizzazione della Ciclovia Tiberina, che catturerà l’attenzione di tutta quella fetta di turismo lento, attento all’ambiente e alla natura. Altri 200 mila euro, di cui 50mila euro finanziati dal comune e 150 mila euro dalla Regione, saranno utilizzati per la rigenerazione urbana, ovvero progetti innovativi quali la riqualificazione dell’ex stazione di Anghiari che diventerà una struttura turistico ricettiva. Oltre 70 mila euro invece sono stati investiti per la realizzazione del percorso culturale delle mura di Anghiari, con la possibilità di offrire una passeggiata che partirà da porta sant’Angelo e che vedrà la realizzazione di un’area di sosta accessibile anche ai disabili con auto, piazzole, panchine, punti panoramici e un nuovo collegamento della strada di via Generale Carlo Corsi con il percorso che arriva sotto le mura. In tema di riqualificazione dei servizi, nel 2020 grazie ad un accordo con l’amministrazione, Nuove Acque investirà oltre 1 milione di euro per ampliare la rete fognaria e collegare al depuratore consortile alcune zone a ridosso del capoluogo, a beneficio di circa 700 abitanti. Oltre 1 milione di euro invece sono stati investiti per la nuova rete di fibra ottica, con la realizzazione del progetto che renderà l’accessibilità alle telecomunicazioni più veloce ed efficiente. Con un intervento complessivo da 150 mila euro sono stati invece sistemati il primo e il secondo piano di Palazzo Corsi ed è in fase di  fine lavori l’accesso in piazza IV Novembre. Per quanto riguarda infine il sociale, nuovi investimenti dal valore complessivo di 150 mila euro sono serviti per il miglioramento della qualità dei servizi e degli spazi in uso agli anziani della Residenza protetta e del Centro Diurno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Coronavirus: 2 decessi, 1 nuovo caso, 3 guarigioni. Il quadro toscano

  • Coronavirus, in Toscana 19 nuovi contagi in un giorno: 11 appartengono ad un unico cluster

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento