Pd spaccato su nuovo segretario. Diana: "Una scelta minoritaria sintomo di arroganza"

Fa discutere, dentro ed ai margini del Partito Democratico, la scelta fatta con l'elezione del nuovo segretario comunale arrivata con molte assenze, 23 schede bianche, 2 nulle e 38 voti a favore. E dopo la presa di posizione che spiega il motivo...

fabiodiana

Fa discutere, dentro ed ai margini del Partito Democratico, la scelta fatta con l'elezione del nuovo segretario comunale arrivata con molte assenze, 23 schede bianche, 2 nulle e 38 voti a favore. E dopo la presa di posizione che spiega il motivo delle numerose astensioni da parte dell'ex pro-sindaco Stefano Gasperini arriva anche la presa di posizione di Fabio Diana che dichiara di sentirsi vicino al Pd nazionale, ma molto lontano da questo Pd aretino:

"La soluzione scelta per chiudere la vicenda della segreteria del gruppo dirigente dell'unione comunale il Pd mi ha risolto un problema di appartenenza - scrive in apertura Diana - Perché ritengo che in un momento in cui un gruppo dirigente perde in questo modo un elezione dopo 10 anni in favore di un sindaco che già aveva fatto parte di una certa amministrazione, quel gruppo dirigente sia da ritenere responsabile sia di onori ed oneri e non può essere legittimato ad esprimere una continuità, poteva essere confermata la segretaria Bertoli che giudico meno responsabilità tra tutti.

La scelta giusta sarebbe stata una gestione collegiale che portasse ad una assemblea riorganizzativa, per arrivare a creare un ponte con le forze della sinistra diffusa della città. L'unico modo per formare un fronte unico di opposizione e di futuro governo della città.

Le scelte fatte sono invece sintomo di arroganza, di poca attenzione del risultato delle urne, sono una scelta minoritaria e perdente. Se il gruppo Pd continua ad arroccarsi su una posizione espressione del segretario nazionale pensando che sia di garanzia vedremo ben altre sconfitte elettorali.

Ovviamente sento forte l'appartenenza al Pd a livello nazionale - scrive in chiusura Diana - ma tutto il resto mi porta lontanissimo dal Pd aretino, una distanza che ho voluto rimarcare in maniera decisa perché ritengo che non possa passare sotto silenzio una conduzione politica perdente."

Potrebbe interessarti

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

  • Come pulire il pelo dei nostri amici a quattro zampe. I consigli

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • E' morta Nadia Toffa, l'abbraccio di Jovanotti: "Bastava un attimo per volerti bene"

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Schianto tra due auto, feriti due ventenni

  • Trovato all'alba in piazza Sant'Agostino il 33enne scomparso

  • Che Arezzo: la Roma vince 3-1, ma solo nella ripresa

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento