Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In aula per il consiglio comunale, c'è Merelli per la pratica del bilancio. Dal Pd l'intervento di Ralli

Al via i lavori del parlamentino aretino con le interrogazioni presentate soprattutto dai banchi del centro sinistra

 

Al via i lavori del consiglio comunale. Dopo alcuni mesi di assenza l'assessore al bilancio è tornato in aula. Sue le pratiche relative al bilancio consolidato che sono state presentate e dibattute subito dopo le interrogazioni dai banchi dell'opposizione.

Merelli ha fatto il suo intervento presentando i dati e poi si è aperto il dibattito. La parola è stata chiesta da Luciano Ralli dai banchi del Pd che ha osservato il ritorno in aula dell'assessore al bilancio e ha chiesto spiegazioni sul consolidato e ha annunciato il voto contrario dell'opposizione.

"Sono stato assente un consiglio comunale, soffro di cefalee e probabilmente quella volta ne avevo una in corso" ha detto Merelli svicolando con finezza di rispondere a chi invece pensava e mirava alla vicenda dell'inchiesta Coingas. Due parole che insieme non sono state pronunciate da nessuno in consiglio comunale.

Intanto in aula si è notato il vuoto di alcuni banchi dei consiglieri. Assente Mery Cornacchini, da capire se per motivazioni personali e familiari, oppure politiche. In serata è stato confermato che si è trattato di un problema familiare di cui era stato informato il presidente del consiglio comunale.

Assenti i consiglieri del Movimento Cinque Stelle Paolo Lepri e Massimo Ricci, assenti alcuni del Partito Democratico e Giovanna Carlettini di Fdi. 

E quando si è arrivati alla votazione del bilancio consolidato in aula assente anche Angelo Rossi. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La questione Forza Italia/Lucia Tanti

Presente e seduta al suo posto nei banchi della giunta l'assessore Lucia Tanti. Si attende a breve la decisione del sindaco sulla richiesta di Forza Italia di ritirarle le deleghe e sostituirla visto che adesso rappresenta il partito di Giovanni Toti e non più quello di Berlusconi per il quale è stata nominata. La crisi dentro Forza Italia si è trascinata ormai da tempo con varie tappe, partita probabilmente a fine 2016, quando alle elezioni di secondo grado per il presidente del consiglio comunale, sono mancati due voti della maggioranza al Comune di Arezzo dalla conta fatta a posteriori.

Gli scenari che si aprono sono quelli di un netto ritiro delle deleghe, ovviamente contro voglia da parte del sindaco Ghinelli, così come richiesto da Forza Italia che poi potrebbe indicare un nuovo nome per il partito degli azzurri con una sostituzione. 

Ma la politica è anche fatta di compromessi e allora potrebbe anche aprirsi una seconda porta, quella di un nuovo assessore in quota Forza Italia senza rimuovere dal suo ruolo l'assessore Lucia Tanti, ma semplicemente allargando la giunta.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento