Meningite, volontari ancora esclusi dalla campagna vaccinale: in Regione il caso della Croce Bianca di Arezzo

Una mozione del Vicepresidente della Commissione sanità Stefano Mugnai approvata all’unanimità il 17 febbraio scorso, ma ancora disattesa dalla giunta

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   11 aprile 2016 10:59  |  Pubblicato in Politica, Arezzo


vaccino (25)

Cara Croce Bianca di Arezzo, «in merito alla sua richiesta» di vaccinazione antimeningococco di tipo C per i volontari si chiarisce che «ad oggi la Regione […] non ha disposto l’offerta gratuita della vaccinazione per particolari attività lavorative o di volontariato. Pertanto i volontari impegnati nei servizi gestiti dalla vostra Associazione (trasporti, emergenza) potranno accedere alla vaccinazione» secondo i canali comuni a tutti i cittadini, ovvero rivolgendosi al curante o al Cup, con tanto di compartecipazione alla spesa se hanno più di 45 anni. Firmato: la Asl Toscana Sud-Est.
E insomma nulla, ora è certo: «La mia mozione – osserva il Vicepresidente della Commissione sanità Stefano Mugnai (capogruppo e coordinatore regionale di Forza Italia) – che chiedeva di estendere la campagna vaccinale gratuità anche ai volontari del servizio di emergenza urgenza e che era stata approvata dal consiglio regionale all’unanimità il 17 febbraio scorso è rimasta lettera morta. Disattesa da una giunta che persiste in un paradosso, quello di non somministrare le dosi di vaccino a tappeto a chi è in prima linea nel soccorso sanitario, stigmatizzato dall’intera assemblea toscana. In questo modo – attacca – oltre a ledere la correttezza nei rapporti istituzionali che dovrebbero intercorrere tra l’organo di governo regionale e l’assemblea legislativa, si abbandonano a loro stessi i volontari su cui si regge il sistema dell’emergenza-urgenza e che sono ormai anche sotto il profilo normativo parte integrante del sistema sanitario toscano. Una volta di più, come avviene per i rimborsi e per molte altre condotte, la giunta regionale si dimostra attenta al volontariato solo quando ne ha tornaconto, ma ben si guarda da mettere questo settore in condizione di operare in sicurezza e in condizioni dignitose».
Mugnai torna a chiedere con forza che la Regione rispetti gli impegni a cui la ha chiamata il consiglio regionale intero, ovvero «ad estendere il piano della vaccinazione obbligatoria e gratuita ai volontari soccorritori delle associazioni di volontariato della Regione Toscana».

blog comments powered by Disqus