MeetUp San Giovanni: "Posti letto sotto la soglia regionale, si restituisca dignità alla Gruccia"

In particolar modo – precisa Tommaso Pierazzi - in seguito alla nota del consigliere di FI Stefano Mugnai l'azienda, attraverso la persona del Dott. Gialli, risponde che la riduzione delle attività programmate è atto dovuto in casi di...

AREZZO OSPEDALE LA GRUCCIA

In particolar modo – precisa Tommaso Pierazzi - in seguito alla nota del consigliere di FI Stefano Mugnai l'azienda, attraverso la persona del Dott. Gialli, risponde che la riduzione delle attività programmate è atto dovuto in casi di sovraffollamento, per evitare ai pazienti il disagio di essere spostati altrove. Ma questo sarebbe un pregevole impegno in una situazione di reale emergenza, imprevista ed imprevedibile. Peccato però che del taglio di posti letto avvenuto negli ultimi tre anni, operato con grossolani colpi di scure, peraltro male assestati, in nome di ottimizzazione, risparmio e spending review non si faccia nessuna menzione.

Il 01/12/2014 con la delibera 560 del Direttore Generale della ex asl 8 la dotazione di posti letto del Valdarno è stata ridotta dai 188 del 2012 a 155, con evidente riduzione dell'offerta di salute, per raggiungere la fatidica soglia di occupazione dei posti letto di almeno l'80 % (il che significa l'80% di possibilità di trovare occupato il proprio posto in ospedale).

In tutta la USL si è passati da 834 posti letto a 742, evidentemente in obbedienza a logiche estranee alla soddisfazione dell'utenza portando l’offerta di posti letto al 31/12/2014 a 2 .1 posti letto ogni 1000 abitanti, molto al di sotto della media regionale indicata dalla pur restrittiva delibera di giunta regionale n° 1235/2012, che, recependo la fatidica spending review del Decreto Legge 6 luglio 2012 n. 95, fissava l’obiettivo regionale a 3,15 posti ogni 1000 abitanti.

Il meetup di San Giovanni Valdarno, ritenendo la risposta del direttore di presidio insufficiente a giustificare le criticità di questo periodo, ribadisce la necessità di affrontare seriamente il disagio della popolazione di fronte al taglio di servizi della sanità valdarnese.

Si restituisca dignità al presidio di Santa Maria alla Gruccia evitando risposte vuote di significato e falsi problemi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Vanno a funghi e trovano un tesoro: 45 chili di porcini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento