Coingas, Tanti a Bracciali: “Chieda conto a me. O gli manca il coraggio politico?”. La risposta in 3 parole

"Abbia il coraggio di chiedere anche a me di Estra, e Coingas, e tutto ciò che vuole, così che pure io possa chiedere a lei tante cose e opinioni e considerazioni"

Nella sua interrogazione si è rivolto a tutta la giunta ad eccezione dell'assessore alle politiche sociali e alla salute, Lucia Tanti. Il consigliere Pd, Matteo Bracciali, durante la seduta dell'assise cittadina ha preso la parola per esporre le proprie considerazioni in merito alla vicenda giudiziaria che si è abbattuta su palazzo cavallo e che vede, tra gli altri, indagati il sindaco Ghinelli, l'assessore al bilancio Alberto Merelli e il consigliere Roberto Bardelli.

“Il consigliere Matteo Bracciali - esordisce Lucia Tanti - riguardo l'inchiesta della magistratura, chiede conto a tutti gli assessori eccetto me. Eppure io non sono in nessun modo coinvolta né - al momento - sfiorata da indagini o da intercettazioni e ho la fortuna, che non so se sia anche la sua, di avere i miei impegni di lavoro fuori da Arezzo, la qual cosa mi concede una libertà che non ha prezzo. Chieda anche a me consigliere Bracciali. Abbia il coraggio di chiedere anche a me di Estra, e Coingas, e tutto ciò che vuole, così che pure io possa chiedere a lei tante cose e opinioni e considerazioni. Chieda a me cosa penso, cosicché io possa sapere da lei cosa pensava e pensa di tanti atti e fatti che riguardano la sua parte politica di allora e di ora. Chieda a me consigliere Bracciali. Troppo comodo chiedere a tutti tranne che a me. O teme che le chieda conto politico io della sua posizione rispetto al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, indagato; o del sindaco di Milano Giuseppe Sala, condannato; o del suo doppiopesismo sul piano locale e non, a partire dall'assassinio di Banca Etruria, voluto dagli allora suoi padrini politici Maria Elena Boschi e Matteo Renzi, della voragine di soldi dispersi nella Asl di Massa Carrara sotto l'occhio politicamente distratto del suo partito. E così via per tutto il tempo che vuole, senza dimenticare alcuni passaggi di politica locale, quando era capogruppo del partito di maggioranza e indiscusso leader aretino di una parte di Pd che poi lui stesso portò alla sconfitta elettorale. Chieda a me. Oppure le manca il coraggio politico?”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E nel pomeriggio arriva il lapidario commento del consigliere comunale Matteo Bracciali. "Perchè non ho rivolto anche a Tanti l'interrogazione Coingas? Conoscevo la risposta."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Ambulante scopre e tenta di fermare un ladro: aggredito a pugni in faccia. Malvivente arrestato

  • Coronavirus in due famiglie dell'Aretino, ordinanza di Rossi: "Trasferimenti negli alberghi sanitari o multe"

  • Coronavirus, in Toscana 19 nuovi contagi in un giorno: 11 appartengono ad un unico cluster

  • Coronavirus, famiglia contagiata a Piandiscò e altri casi toscani: verso una nuova ordinanza di Rossi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento