Laterina e Pergine verso la fusione. Il sindaco Neri: "Una mozione per mantenere le due sedi"

“Questa mattina insieme ad alcuni consiglieri comunali abbiamo sottoscritto e depositato all’URP una mozione che impegna le amministrazioni al mantenimento delle 2 attuali sedi comunali istituendo i 2 municipi di Pergine V.no e Laterina come...

neri_simona-2

“Questa mattina insieme ad alcuni consiglieri comunali abbiamo sottoscritto e depositato all’URP una mozione che impegna le amministrazioni al mantenimento delle 2 attuali sedi comunali istituendo i 2 municipi di Pergine V.no e Laterina come luoghi di rappresentanza istituzionale e punto di erogazione dei servizi in caso di fusione dei Comuni".

Sono queste le parole del primo cittadino di Pergine Valdarno, Simona Neri riguardo al processo avviato in vista del prossimo referendum sulla fusione tra i due Comuni valdarnesi. In caso di vittoria del "sì" ecco che entrambe le municipalità hanno definito le condizioni con le quali avverrà tale modifica.

"I consigli comunali ed i ricevimenti del sindaco - spiega ancora Simona Neri - continueranno in entrambe le sedi ma anche il rinnovo delle carte di identità, ad esempio, potrà essere effettuato sulla sede che il cittadino riterrà più comoda secondo il suo stile di vita. Riteniamo utile ed efficace mantenere tutti gli sportelli al pubblico in entrambe le sedi attuali (Anagrafe, Tributi, Ufficio Relazioni, Scuola, Sociale ed Edilizia), secondo l’organizzazione che abbiamo già definito da tempo a seguito della stipula delle convenzioni tra i due Comuni: è quindi un assetto che già i cittadini hanno sperimentato e che non verrà modificato. Chi dice, in questi giorni, che le sedi comunali verranno spostate o che i servizi verranno accentrati o depotenziati, non sa di cosa parliamo. Questa mozione ne è la dimostrazione. La volontà delle amministrazioni è infatti quella di scrivere fin da subito il nuovo Statuto Comunale del Comune Unico e di regolamentare, oltre alla conferma delle sedi attuali, l’istituzione di due interessanti novità, i “Consigli di Municipio”, per consentire alle due comunità di esprimere un’ulteriore rappresentanza con funzione anche di garanzia e controllo sui contributi Statali e Regionali che arriveranno sul territorio (10 milioni di euro in 10 anni) e che dovranno essere distribuiti uniformemente su capoluoghi e frazioni. E’ nostra intenzione quindi aprire un tavolo aperto alla cittadinanza per scrivere, insieme, tutte le nuove regole del Comune Unico.”

Di seguito il testo depositato Premesse L'art. 16 del D. Lgs. n. 267/2000 prevede che la possibilità che nei comuni istituiti mediante fusione di due o più comuni contigui lo statuto comunale possa prevedere l'istituzione di municipi nei territori delle comunità di origine o di alcune di esse, stabilendo che lo statuto e il regolamento disciplinano l'organizzazione e le funzioni dei municipi, potendo prevedere anche organi eletti a suffragio universale diretto, con applicazione agli amministratori dei municipi delle norme previste per gli amministratori dei comuni con pari popolazione. L'art. 15 comma 2 del D. Lgs. n. 267/2000 prevede che i comuni che hanno dato avvio al procedimento di fusione ai sensi delle rispettive leggi regionali possono, anche prima dell'istituzione del nuovo ente, mediante approvazione di testo conforme da parte di tutti i consigli comunali, definire lo statuto che entrerà in vigore con l'istituzione del nuovo comune e rimarrà vigente fino alle modifiche dello stesso da parte degli organi del nuovo comune istituito. Lo statuto del nuovo comune dovrà prevedere che alle comunità dei comuni oggetto della fusione siano assicurate adeguate forme di partecipazione. Testo della Mozione Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta Comunale, in caso di esito positivo del referendum consultivo sulla proposta di legge regionale di fusione tra i Comuni di Laterina e Pergine Valdarno, di sottoporre all'approvazione del Consiglio comunale lo Statuto del Comune di Laterina Pergine Valdarno, ai sensi dell'art. 15 comma 2 del d. lgs. n. 267/2000, prevedendo, nello Statuto, l'istituzione dei Municipi di Laterina e Pergine Valdarno, coincidenti con il territorio degli attuali comuni di Laterina e Pergine Valdarno e dei relativi organi elettivi. Verranno assegnate ai Municipi le funzioni di organo di partecipazione e rappresentanza della comunità, di cura dei relativi interessi, di promozione dello sviluppo nell’ambito dell’unitarietà del Comune nascente da fusione. Inoltre i Municipi di Laterina e Pergine Valdarno rappresenteranno il luogo di gestione e di erogazione di servizi, assicurando alle comunità dei comuni oggetto della fusione adeguate forme di partecipazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Sugar è il miglior negozio del pianeta: Arezzo sul tetto del mondo con Mosca e Tokyo

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Fermato su una Bmw con targa rumena: colpiva i turisti. Scoperto con la "luce nera"

  • Sceicco accusa azienda aretina: "Io truffato per 6 milioni di euro"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento