Federazione PRC di Arezzo: "Giorno della Memoria, triste la dimenticanza dell'amministrazione comunale di Anghiari"

E' la Federazione provinciale PRC Arezzo a lanciare una dura accusa nei confronti dell'amministrazione di Anghiari rea, a loro avviso, di non avere celebrato la ricorrenza del 27 gennaio presso l'ex campo di concentramento di Renicci. "È davvero...

PG 97 Renicci d'Anghiari

E' la Federazione provinciale PRC Arezzo a lanciare una dura accusa nei confronti dell'amministrazione di Anghiari rea, a loro avviso, di non avere celebrato la ricorrenza del 27 gennaio presso l'ex campo di concentramento di Renicci.

"È davvero triste, nella sua gravità, la “dimenticanza” dell'amministrazione comunale di Anghiari, che dopo molti anni ha rinunciato a commemorare la ricorrenza del 27 gennaio presso il parco della Memoria, situato nei luoghi in cui sorgeva il campo di internamento fascista di Renicci.Il campo, dove trovarono sofferenza e morte numerose incolpevoli vittime del regime mussoliniano (soprattutto civili deportati dalla Jugoslavia nell'ambito di scellerate politiche razziste), è l'esemplificazione della pagina più nera della storia d'Italia; in un tempo di revisionismi e di ingiustificate riabilitazioni, è indispensabile e doveroso conservarne la memoria, per non dimenticare quello che è stato e per evitare che analoghe tragedie possano ripetersi. La presenza spontanea di molti cittadini, che hanno voluto comunque ritrovarsi al Parco della Memoria di Renicci, costituisce tuttavia un importante segnale di speranza che dimostra che i valori della libertà e dell'antifascismo sono ancora vivi nella nostra comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto sotto la doccia

  • Buoni postali fruttiferi, risparmiatore ottiene 9mila euro in più di interessi. Il caso spiegato dall'avvocato Bufalini

  • Da Arezzo al Grande Fratello: Jacopo Poponcini nella casa più spiata d’Italia

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Fa il pieno ma non riesce a pagare con la carta. Dice al benzinaio: "Stai sereno", poi scappa

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento