Fratelli d'Italia: "2.799 volte grazie. Agli aretini diciamo anche: non tradiremo la vostra fiducia"

Il commento di Carlettini e Chizoniti

"È arrivato il momento di rompere gli indugi ed esprimere il nostro più vivo ringraziamento a quei 2.799 aretini che hanno scelto di barrare il simbolo di Fratelli d’Italia a queste elezioni. I dati sono evidenti: esiste una maggioranza di centro-destra nella nostra Italia, a carattere conservatore-sovranista, che vince in qualsiasi tornata elettorale, politica, amministrativa ed europea". Così Giovanna Carlettini e Domenico Chizoniti, gruppo consiliare Fratelli d’Italia, hanno commentato i risultati della tornata elettorale che si è svolta ieri per il rinnovo del parlamento europeo.

Se a livello nazionale abbiamo un’anomalia al governo, non è colpa nostra. Ma siamo pronti a riportare le cose nella giusta direzione. Forti del consenso in continua crescita che gli elettori ci riservano, conseguenza del radicamento territoriale del partito e dell’impegno serio e coerente dei militanti, degli eletti e degli amministratori, a partire dai componenti del gruppo consiliare aretino. Per noi, questi risultati sono di ulteriore sprone a non mollare la presa e a proseguire lungo la strada tracciata dalla nostra leader nazionale Giorgia Meloni.

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy che spia i nostri cellulari

  • Come pulire il pelo dei nostri amici a quattro zampe. I consigli

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento