Elezioni regionali. Ghinelli a cena con Matteo Salvini. Ma: "Il centroavanti arriva alla fine"

Il sindaco di Arezzo ha partecipato, così come la senatrice Tiziana Nisini e il consigliere regionale Marco Casucci, all'evento di ieri sera targato Lega al Tuscany Hall di Firenze

Alessandro Ghineli e la senatrice Tiziana Nisini

“Il centravanti arriva alla fine”.
Ancora, parola di Matteo Salvini, un candidato per la poltrona di governatore della Toscana che rappresenti il popolo della Lega non c’è.
Così si è concluso il mini tour regionale del leader del Carroccio che ieri si è incontrato al Tuscany Hall di Firenze con 1.200 sostenitori e simpatizzanti per la cena elettorale “Insieme verso #Toscana2020”.

"Sardine? Il mio avversario non sono loro ma il PD"

Una serata a cui, come nel caso dei manifestanti in piazza della Repubblica, ha visto la partecipazione di diversi aretini. Uno tra tutti il sindaco Alessandro Ghinelli che ha cenato proprio al fianco del Capitano. Con loro nello stesso tavolo c’erano anche il primo cittadino di Grosseto, Vivarelli Colonna (nome forte in ballo per la candidatura a governatore), quello di Pisa Michele Conti e quello di Massa Francesco Persiani, quest’ultimo aggredito insieme alla famiglia da alcuni manifestanti.

Un momento conviviale che ha segnato ufficialmente, e inequivocabilmente, l’avvio del percorso elettorale del partito in vista delle elezioni regionali in Toscana.

Ma in merito a chi porterà “il fardello” della candidatura non c’è ancora nulla di certo.
Già perché se la presenza di Alessandro Ghinelli potrebbe essere interpretata come un contatto preliminare per ottenere l’ok da parte della Lega, è pur vero che i giochi sono ancora tutti da fare visto che, proprio Salvini e proprio ieri sera, ha ricordato che “prima dobbiamo costruire la squadra e un progetto, solo dopo parleremo del candidato o della candidata: il nome non chiedetelo oggi, il centravanti arriva alla fine”.

Dal canto suo Ghinelli non ha fatto mistero, appena una settimana fa al congresso di Forza Italia, di essere “disponibile a candidarmi sia a sindaco che a premier della Toscana”.
Sicuro è che la sua eventuale corsa regionale riaccenderebbe il dibattito cittadino tra le fila del centrodestra su colui (o colei) che potrebbe portare avanti la corsa a Palazzo Cavallo.

Tra gli altri aretini presenti alla serata del Tuscany Hall anche la senatrice leghista Tiziana Nisini e il consigliere regionale Marco Casucci.

d

Uno sguardo al centrosinistra

Nel frattempo, proprio in questi ultimi giorni, è stato ufficializzato il nome di Eugenio Giani, attuale presidente del consiglio regionale, come candidato per il centrosinistra per il ruolo di governatore.

Un nome che, come già detto, potrebbe essere meno favorevole ad un eventuale riconferma di di Vincenzo Ceccarelli nella sua ipotetica squadra toscana. E chissà se allora sarà, anche questo come già vociferato nelle settimane passate, proprio l’attuale assessore regionale alle infrastrutture a scendere in campo per conquistare Arezzo correndo la sua prima maratona da sindaco.

Giani per la Regione porta Ceccarelli ad Arezzo? Stallo di nomi anche nel centrodestra

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una tempesta ferma due treni, sfonda finestrini e ferisce i passeggeri. Maxi esercitazione in provincia di Arezzo

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • Addio digitale terrestre, cambia tutto per i televisori: come attrezzarsi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Runner 45enne in arresto cardiaco, ragazza in bici si ferma e gli fa il massaggio al cuore: salvato

  • Un aretino con Flavio Insinna all'Eredità su Rai Uno

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento