Verso le elezioni, lo stallo è trasversale. Il caso del post di Tiziana Casi

Massima incertezza sui candidati. Programmi e accordi tutti da fare e non c'è da dare nulla per scontato

"Non si muove nulla", "non ci sono incontri ufficiali", "al massimo qualche sondaggio, ma forse si deciderà tutto a gennaio". Le risposte sono pressochè le stesse da una parte all'altra dell'arco politico aretino. Lo stallo su programmi, accordi di coalizione e toto nomi di candidati appare bipartisan. 

Nel centro sinistra le voci che si sono rincorse il mese scorso su possibili candidati non sembrano aver fatto ne passi avanti ne indietro. Gli unici movimenti ufficiali ci sono stati da parte di chi ha organizzato e poi ha partecipato all'assemblea pubblica che si è tenuta al circolo Aurora aperta a chi si riconosce nel centrosinistra.

Arezzo 2020, il tempo di cambiare

Nel centro destra emblematico il messaggio apparso nella bacheca Facebook di Tiziana Casi, del gruppo consiliare della Lega ad Arezzo.

Mi scrivono e telefonano in molti, preoccupati per Arezzo e le prossime elezioni amministrative del 2020. Non c'è ancora un candidato, mi dicono, la situazione spaventa, alcuni nomi girano e non piacciono. Mi auguro e spero che ci sia presto un accordo tra tutto il centro destra per trovare il candidato migliore, colui/ei che possa rappresentare al meglio la città. Siamo nei tempi, naturalmente, ma non possiamo fare errori. Non serviranno i voti della Lega a livello nazionale se poi nel territorio non sapremmo farli valere al meglio. Responsabilità. Questo serve. Ma tranquilli, ce la faremo.

Insomma un'espondente della Lega che paventa il fatto che il candidato del centrodestra non sia deciso, porta con se ancora di più qualche impressione avuta in città, sulla voglia, la tentazione del primo cittadino Alessandro Ghinelli di salire alla sfida regionale invece che correre per il secondo mandato ad Arezzo. Ancora di più il fatto che circolerebbero altri nomi e che non piacerebbero a tutti.

Alla Casi ha presto risposto l'assessore Lucia Tanti, tentando di sgombrare il campo dai dubbi: "Il candidato è Alessandro (Ghinelli nda). E meglio di così non potrebbe essere. Dobbiamo essere contenti e fieri della sua disponibilità per un secondo mandato."

Uno scambio sui social non significherà molto, ma ha prodotto non poche reazioni interne, perché è emblematico della mancanza di certezze sia per il livello comunale che per quello regionale delle prossime elezioni. 

E molti si nascondono dietro al fatto che attendono i risultati delle elezioni regionali dell'Emilia Romagna che si terranno il 26 gennaio 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Così sono nate le 6000 sardine": storia di Giulia, l'aretina che ha creato con tre amici il movimento anti Salvini

  • La pioggia fa paura: allagamenti, frane e fiumi in piena. Una famiglia evacuata. Chiusa per ore l'A1

  • 4 Ristoranti ad Arezzo: ci siamo. Arriva Alessandro Borghese

  • Auto trascinata dalla corrente, vigili del fuoco al lavoro per il recupero

  • Allagamenti ad Arezzo: strade chiuse e piante crollate

  • Quanto dura il maltempo? Le previsioni meteo ad Arezzo per il weekend

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento