Ghinelli bis. Casi, Mennini e Lucacci: "Insieme a lui per la capacità amministrativa dimostrata"

Dichiarazione congiunta dei rappresentanti dei partiti del centro destra

Immagine del giugno 2015 quando Alessandro Ghinelli vinse il ballottaggio con Bracciali. Qui con Francesco Macrì di Fratelli D'Italia e il suo attuale vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini, allora uno degli ideatori e dei motori della lista civica Ora Ghinelli

Il centro destra si presenta unito con una dichiarazione a sostegno della candidatura condivisa di Alessandro Ghinelli per le prossime amministrative del Comune di Arezzo. "Con Ghinelli nel segno dello sviluppo e del futuro di Arezzo" dichiarano insieme Alessandro Casi segretario comunale Lega Nord, Francesco Lucacci portavoce provinciale Fratelli d’Italia e Bernardo Mennini coordinatore provinciale Forza Italia.

La dichiarazione congiunta arriva a meno di 24 ore dalla fumata bianca che ha dato il via libera, dopo mesi di impasse, alla candidatura per un secondo mandato al sindaco Ghinelli.

Le motivazioni

Alessandro Ghinelli è il candidato del centro destra a Sindaco di Arezzo.  Lo è per il suo profilo politico, per la capacità amministrativa dimostrata in questi cinque anni - scrivono Casi, Mennini e Lucacci - per la garanzia che la sua continuità rappresenta per Arezzo. Ghinelli e il centro destra hanno dimostrato non solo di saper governare ma anche di lavorare per un nuovo futuro e una nuova identità di Arezzo nel panorama toscano e nazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I prossimi passi

Nelle prossime settimane - spiegano i tre rappresentanti politici - i coordinamenti aretini del centro destra si confronteranno unitariamente con Alessandro Ghinelli per tracciare le rotte politiche che, partendo da quanto già positivamente fatto, sappiano dare nuovo e rinnovato slancio all’azione amministrativa e politica del centro destra per rispondere sempre meglio ai bisogni e alle aspirazioni di Arezzo, dei suoi cittadini e del suo sistema economico e sociale.
Sarà un lavoro capace di consolidare le idee e i progetti finora emersi, di individuarne di nuovi e di  condividere un rinnovato e più forte assetto di governo.
Il centro destra è chiamato adesso a confermare quanto sia meritata la fiducia che gli aretini gli hanno assegnato nel nome di un progetto politico che ha al centro l’identità di Arezzo, la sua sicurezza, la sua capacità di uscire dalla crisi e di creare nuovo sviluppo. Il voto amministrativo, unitamente a quello regionale, confermerà come la stagione politica del centro sinistra sia definitivamente al tramonto e come il centro destra rappresenti oggi l’unico soggetto politico realmente all’altezza delle sfide che attendono tutti. Ad Arezzo, a Firenze e a Roma.

Ghinelli pronto per il bis: "Con i partiti c'è stato il chiarimento, ora auspico una sola lista civica"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Scocca l'ora di Arezzo a 4 Ristoranti: tutto quello che c'è da sapere sulla puntata

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • La notte di 4 Ristoranti, Borghese: "Arezzo bellissima. La sua cucina? Forte e decisa, come i suoi abitanti"

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento