Giorgi si fa da parte: "Convergo sull'amico Ralli." Il PC candida Facchinetti

Si delinea sempre di più il quadro politico pre elettorale del centro sinistra. Giuseppe Giorgi che si era autocandidato nelle settimane scorse si fa da parte e converge sulla candidatura ormai scontata di Luciano Ralli

Si era autocandidato alcune settimane fa, si era ufficialmente messo a disposizione del centro sinistra per la corsa elettorale per il Comune di Arezzo, ma adesso che il quadro si è delineato si fa da parte. Giuseppe Giorgi membro aretino dell'assemblea nazionale del Pd e promotore di Arezzo Democratica annuncia il suo sostegno a Luciano Ralli: 

Ho messo a disposizione della comunità, dell’Alleanza, del mio partito, la mia riflessione politico culturale. Sono convinto che una Alleanza di comunità sappia ascoltare e che il mio partito, il  PD, rispetterà come sempre la generosità delle proposte; noi siamo il partito Democratico, un partito plurale, un partito vero. E’ venuta l’ora di mettere il punto finale alla mia messa a disposizione per la candidatura a Sindaco e di convergere sull’amico Luciano Ralli.

Già perché quello del 63enne, medico aretino, capogruppo Pd in consiglio comunale, che ha tenuto le redini dell'opposizione, dopo la batosta del 2015, dalla quale, per i Dem, non è stato facile rialzare la testa, è di fatto il candidato a sindaco del centro sinistra. Ralli lo aveva fatto capire apertamente, con i suoi interventi negli ultimi consigli comunali, lanciando il guanto di sfida direttamente al sindaco Ghinelli, che, forse, sarà davvero il suo sfidante nella corsa per Palazzo Cavallo. Per Ralli adesso mancano alcuni passaggi interni alla coalizione, confronti per avere uno schieramento il più ampio possibile.

Quindi l'auspicio, per il suo entourage, è di poter abbracciare tutti gli altri, da Italia Viva con i due nuovi coordinatori scelti dall'assemblea nazionale e l'ex deputato Marco Donati fino ad arrivare anche a Italia in Comune che ad Arezzo fa riferimento a Daniele Farsetti e a livello nazionale si rispecchia nelle posizioni di Federico Pizzarotti. Dentro ci sono anche i giovani che si sono riuniti sotto il nome di 'Arezzo Ci Sta' e che proprio domani sera si ritroveranno per alle 21 per confrontarsi su "Cultura e turismo, per l'Arezzo del futuro". In settimana incontro previsto di coalizione per la condivisione del nome. Poi, conclusi tutti i passaggi con le varie anime del centro sinistra, l'assemblea del Pd esprimerà con un voto l'ufficialità del candidato. 

Una data clou per Ralli potrebbe essere proprio quella del 7 marzo quando ad Arezzo dovrebbe arrivare Eugenio Giani candidato presidente alle elezioni regionali della Toscana. In quella occasione lo stesso Ralli potrebbe essere al suo fianco per l'avvio della campagna elettorale.

Alessandro Facchinetti è il candidato a sindaco del Partito ComunistaDa non dimenticare che ci saranno almeno altri due candidati a sindaco. Uno per il Partito Comunista di Arezzo che ha scelto di candidare Alessandro Facchinetti 55enne, operaio Telecom, azienda nella quale lavora da quasi 30 anni. L'altro è quello del Movimento Cinque Stelle che sta aspettando la certificazione dalla piattaforma Rousseau per il candidato sindaco Michele Menchetti. Pronta anche la lista dei pentastellati che correranno per il consiglio comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

  • "Ho vinto il Coronavirus: resistete e non sottovalutatelo". La storia di Dario, aretino 38enne curato ad Abu Dhabi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento